Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Definizione agevolata delle controversie tributarie, l'assessore Varchi: "Confidiamo in una massiccia adesione"

Così l'esponente della Giunta Lagalla dopo l'approvazione della delibera in Consiglio. "Il Comune potrà recuperare agevolmente parte delle somme il cui effettivo obbligo di pagamento è oggi sottoposto al vaglio di un giudice e ridurre i contenziosi"

"Il Comune consentirà la definizione agevolata delle liti pendenti presso le Corti di giustizia tributaria di primo e secondo grado, come già aveva fatto per quelle pendenti dinanzi la Corte di Cassazione. Ai contribuenti che desiderano regolarizzare la propria posizione, sarà consentito di pagare l’importo in forma ridotta, risparmiando altresì sanzioni ed interessi". Lo dice vicesindaco con delega al Bilancio e ai Tributi, Carolina Varchi, dopo l'approvazione all'unanimità della delibera sulla definizione agevolata delle controversie tributarie. 

Con la pubblicazione sull’albo pretorio, l'atto diventerà efficace sin da subito. "In questo modo - prosegue Varchi - il Comune potrà recuperare agevolmente parte delle somme il cui effettivo obbligo di pagamento è oggi sottoposto al vaglio di un giudice, guadagnando, peraltro, una significativa deflazione del contenzioso tributario e l'annullamento di tutti i costi connessi alla gestione del carico tributario. Il contribuente potrà porre fine ad una controversia limitando l’esborso e regolarizzando la propria posizione tributaria".

L'assessore confida "in una massiccia adesione" e si dice "fortemente convinta che un 'fisco amico', in grado di tendere la mano al cittadino senza perciò rinunciare alle pretese impositive dell'ente, sia necessario al giorno d’oggi. La tregua fiscale, così come immaginata dal governo e recepita dal Comune, consentirà di avviarsi verso un periodo virtuoso nel rapporto con il contribuente. Naturalmente restiamo impegnati in prima linea nella lotta all’evasione: infatti sto lavorando, di concerto con gli uffici, per garantire la piena applicazione del regolamento anti evasione secondo cui, per molti servizi, ovviamente non quelli essenziali, il rilascio delle autorizzazioni sarà subordinato alla verifica di regolarità contributiva. Insomma, definire le liti pendenti conviene a tutti, sono certa che i palermitani coglieranno questa occasione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Definizione agevolata delle controversie tributarie, l'assessore Varchi: "Confidiamo in una massiccia adesione"
PalermoToday è in caricamento