rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Politica

Regione, decaduto l’ufficio stampa Revocati incarichi a 7 dirigenti

Il presidente Rosario Crocetta punta al risparmio e mira alla riduzione degli incarichi dirigenziali. Sui giornalisti dice: "Penserò ad inserire qualche giovane, ma solo tramite concorso". E il cdr fornisce i dati sulla produttività

Le prime revoche nei confronti di dirigenti generali della Regione Siciliana sono state annunciate questa mattina dal presidente Rosario Crocetta. Da oggi sono decaduti gli incarichi dei capi dipartimento Biagio Bossone, Ludovico Albert, Gianluca Galati, Francesco Nicosia, Gesualdo Campo, Marco Salerno e Pietro Tolomeo. Alcuni direttori sono stati invece temporaneamente sostituiti. “Dobbiamo risparmiare, ed è giusto che ogni assessorato abbia un solo dirigente e non due o tre - ha detto Crocetta -. In questo modo sarà data anche maggior unità alle politiche dell'assessorato. In questo ambito ho fatto questa prima manovra, il resto sarà fatto a giunta conclusa. I direttori generali dovranno passare da 30, a 13 o 14”.

LEGGI ANCHE: "RAPPORTI COI BOSS", PANORAMA ATTACCA CROCETTA

Decaduto anche l’ufficio stampa: "Da l'incarico ai 21 giornalisti è revocato" ha ribadito il neopresidente nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Palazzo d'Orleans. “Voglio stabilire un principio - ha spiegato Crocetta -, loro non sono dipendenti definitivi della Regione, perché la Regione assume per concorsi pubblici. Chi vorrà essere assunto dovrà fare regolare domanda. Io valuterò in base al lavoro svolto, senza pregiudizi politici, perché non ne ho”.

LA REPLICA DEL CDR DELL'UFFICIO STAMPA

Anche oggi l'ufficio stampa della Regione continua regolarmente a lavorare, inviando comunicati, e il presidente della Regione ha poi aggiunto: “Non è vero che nessuno di loro vale. Ce ne sono alcuni che hanno svolto un buon lavoro. Penserò però ad inserire anche qualche giovane perché voglio dare la possibilità di lavorare alla Regione, non capisco perché debbano lavorare sempre i soliti”. Poi Crocetta ha avanzato l'ipotesi di avviare delle collaborazioni tra la Regione e l'Università o l'Istituto regionale di giornalismo: “Alcuni potrebbero fare il tirocinio da noi. Ma sempre con criteri opportuni di valutazione, senza clientelismi perché comincia una nuova stagione per la Sicilia”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, decaduto l’ufficio stampa Revocati incarichi a 7 dirigenti

PalermoToday è in caricamento