Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Ritardi nella fornitura dei vaccini anti Covid, Razza: "Azioni legali contro Pfizer"

Gli impegni non mantenuti dall'azienda farmaceutica con l'Italia secondo l'assessore meritano una reazione. Appello all'Ema e alle istituzioni comunitarie: "I siciliani non possono accettare che in altri Paesi del mondo si possano utilizzare vaccini che da noi non sono autorizzati"

"La Sicilia sosterrà l'azione legale ipotizzata a livello nazionale contro Pfizer, la sosterranno tutte le Regioni italiane". L'annuncio arriva dall'assessore alla Salute della Regione, Ruggero Razza secondo il quale "i ritardi nelle forniture di vaccini anti Covid e gli impegni non mantenuti dall'azienda farmaceutica meritano una reazione". A causa del comportamento di Pfizer, che nel corso della prossima settimana ridurrà le consegne in Italia, la "marcia" della campagna vaccinale rischia di subire, anche sull'Isola, una pesante battuta d'arresto. 

"I richiami dei vaccini in Sicilia non sono a rischio - tranquillizza l'assessore - perchè eravamo stati prudenti seguendo tutte le linee guida provenienti dal ministero della Salute e dal commissario nazionale". Per garantire i richiami però la Regione ha dovuto quasi sospendere la campagna vaccinale in alcune province della Sicilia: "Ho dovuto dare indicazione di sospendere le attività, dove il magazzino non era adeguato, fino a quando non ci sarà chiarezza dal commissario Arcuri perchè non possiamo permetterci di non avere le dosi".  

L'assessore lancia poi un appello all'Ema e alle istituzioni comunitarie: "I cittadini europei, quindi gli italiani e i siciliani, non possono accettare l’idea che in altri Paesi del mondo si possano utilizzare vaccini che da noi non sono autorizzati. Da questo punto di vista - continua Razza - sosteniamo l’azione del ministro Speranza: sicurezza e regole rispettate nella certificazione dei farmaci, ma servono anche rapidità e velocità. I cittadini - conclude - vogliono vedere la luce in fondo al tunnel, ma non vogliono che sia un miraggio".

In Sicilia sono state 94.716 le dosi inoculate finora, il 71,7% di quelle che sono state consegnate all'Isola (132.085). Nel dettaglio, hanno avuto il farmaco 48.954 donne e 45.762 uomini. Il dato è aggiornato alle 21.05 di ieri ed è contenuto nel report online del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria. L'Asp di Palermo ha già somministrato anche i primi richiami: lo scorso 18 gennaio il siero è stato iniettato a 5 operatori e 21 anziani degenti della Rsa Buon Pastore.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritardi nella fornitura dei vaccini anti Covid, Razza: "Azioni legali contro Pfizer"

PalermoToday è in caricamento