Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Covid, Cgil e Fp Sicilia contro Musumeci: "Vaccinazioni si accelerano col consenso, non con atti di imperio"

Dura presa di posizione dei sindacati contro l'ultima ordinanza regionale. La denuncia: "Una gestione della crisi sanitaria che ha visto molti intoppi non potrà certo essere rimessa in carreggiata così"

"Provvedimenti di dubbia validità giuridica come l’ultima ordinanza della Regione siciliana sono destinati non ad accelerare le vaccinazioni ma a produrre ulteriori intoppi e scetticismo”. La dura critica arriva dai segretari della Cgil e della Fp siciliane, Alfio Mannino e Gaetano Agliozzo. “Le vaccinazioni, quanto mai necessarie per contrastare l’epidemia, - si legge in una nota congiunta - si accelerano creando attorno a esse consenso. Finora non state certo favorite da una campagna vaccinale condotta con messaggi incoerenti, indicazioni che mutavano da un giorno all’altro, ritardi negli approvvigionamenti".

"Ora la Regione cerca la strada delle mappature, degli inviti formali e degli eventuali trasferimenti di mansione - rilevano Agliozzo e Mannino - quando è evidente che si tratta di misure che non trovano alcun fondamento nelle leggi dello Stato e nei contratti di lavoro come già qualche giurista rileva”. I due dirigenti sindacali affermano che “una gestione della crisi sanitaria che ha visto molti intoppi non potrà certo essere rimessa in carreggiata da discutibili atti di imperio, destinati a fallire. Questo non è accettabile - sottolineano - perché la vaccinazioni vanno accelerate davvero e presto, ma con armi spuntate non sarà possibile.farlo. Forse le istituzioni dovrebbero battere di più sui vantaggi e sulla necessità di vaccinarsi per evitare la ripresa dell’epidemia - concludono- con una campagna positiva di informazione basata sull’obiettivo della salute pubblica per evitare nuovi colpi di coda del Covid".

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Cgil e Fp Sicilia contro Musumeci: "Vaccinazioni si accelerano col consenso, non con atti di imperio"

PalermoToday è in caricamento