Corteo pro Sea Watch, DiventeràBellissima Giovani: "Rettore sia imparziale, non deve fare politica"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è svolta ieri a Palermo una manifestazione a sostegno di Carola Rackete, capitano della Sea Watch, che si è inevitabilmente trasformata in un corteo pro ONG e contro il governo nazionale. In un evento prettamente politico era presente il solito Leoluca Orlando e accanto lui il Magnifico Rettore dell'Università di Palermo, Fabrizio Micari. "Riteniamo fuori luogo il comportamento del Rettore che, dopo un post di sostegno alla Sea Watch dai canali ufficiali di UniPa, ha preso parte ad una manifestazione politica; l'università è luogo simbolo di cultura senza alcuna forma di schieramento e non mezzo per battaglie politiche - sostiene Emanuele Cocchiara, palermitano e Vice-coordinatore Regionale di #DiventeràBellissima Giovani - da chi ricopre un ruolo così importante ci si aspetta terzietà e non cortei accanto a sigle politiche " Dello stesso avviso anche il Coordinatore Regionale di #DiventeràBellissima Giovani Francesco Sicali:" Ci chiediamo se sia opportuno che il rettore dell’Università di Palermo prenda parte a manifestazioni politiche. La massima istituzione accademica dovrebbe, a nostro giudizio, rimanere distante da logiche di fazioni e dovrebbe ricoprire il ruolo per cui è stata chiamata ad esercitare: essere il garante di tutti."

Torna su
PalermoToday è in caricamento