Coronavirus, Zappulla: "L'Ars voti la sfiducia a Razza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"È davvero sconcertante quanto ascoltato, perché lascia aperte ipotesi anche quelle più inquietanti. Il dottor Mario La Rocca stava legittimamente sollecitando i manager delle Asp a dare presto e bene i dati dei posti letto attivati e impegnati o invece si celava una sorte di invito a fornire comunque numeri rassicuranti? Sono le domande angoscianti che i siciliani tutti si stanno facendo e gettano ombre gelidissime sulla gestione della sanità pubblica e dell’emergenza covid in Sicilia". A dirlo è Pippo Zappulla, segretario regionale di Articolo Uno in Sicilia.

"Urge una operazione verità – continua Zappulla - e il ministero della Sanità, oltre ad avere inviato gli ispettori valuti con rigore se non è il tempo di cambiare il commissario della sanità siciliana. Perché la sanità siciliana sta già facendo acqua da tutte le parti: quanti sono i veri posti completi di attrezzature e di personale di terapia intensiva disponibili e di questi quanti già occupati, quanti letti ancora liberi per le ospedalizzazioni meno gravi, si sta realizzando la sanità e prevenzione territoriale, le Usca funzionano e sono sufficienti? Sono solo alcune delle domande che ormai ogni cittadino pone ad un assessore e a un presidente della Regione che aprono i ristoranti e i centri commerciali i festivi a giorni alterni dimostrando, in entrambi i casi, l’inadeguatezza a gestire una emergenza che impone invece serietà, rigore e coerenza. Giusta quindi la mozione di sfiducia all’assessore Razza – conclude Zappulla - che va estesa a tutto il governo regionale, ormai palesemente inaffidabile".

Torna su
PalermoToday è in caricamento