Coronavirus, i consiglieri della Lega: "Ztl contro ogni logica, il Comune la sospenda"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Continua incomprensibile, anche durante l'aggravarsi dell emergenza Covid, l'ostinazione del sindaco Orlando, e del suo chiarissimo assessore Giusto Catania, nel volere mantenere la Ztl". Lo dichiara Igor Gelarda, capogruppo della Lega a Palermo, insieme ai consiglieri Alessandro Anello ed Elio Ficarra.

"In un momento in cui il sindaco stesso è stato costretto ad emanare una ordinanza anti-Covid piuttosto severa e penalizzante per alcune attività commerciali, nella quale si evidenzia l'assoluta necessità di mantenere il distanziamento sociale, sono pochi gli autobus dell'Amat in circolazione, e in alcune ore del giorno stracolmi. In attesa che venga comunque modificato a livello nazionale o regionale il limite massimo di capienza, in questo momento assurdamente all'80%, noi crediamo che sia dovere morale del sindaco disincentivare, in ogni modo, gli assembramenti, e non solo quelli della movida. E quindi disincentivare l'uso del mezzo pubblico al quale, in questo momento, va assolutamente preferito quello privato".

"E' chiaro che la Ztl in questo preciso momento storico della città è un provvedimento contro ogni logica e va immediatamente sospeso, per il bene dei cittadini. Si smetta di gestire questa città in maniera illogica e ideologica, e si vada a favore dei palermitani", concludono i tre consiglieri della Lega.

Torna su
PalermoToday è in caricamento