menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sedute in videoconferenza per Consiglio e commissioni: "E le Circoscrizioni?"

Il consigliere comunale della Lega, Elio Ficarra, punta il dito contro la presidenza di Sala delle Lapidi: "Con l'esclusione dei Consigli di quartiere si penalizza il primo anello di congiunzione tra le istituzioni e il territorio"

"E' davvero singolare che il ruolo delle Circoscrizioni venga penalizzato attraverso un atto a firma della presidenza del Consiglio comunale, che prevede l’utilizzo dello strumento digitale della videoconferenza per Sala delle Lapidi e le commissioni, ma di fatto esclude i Consigli di circoscrizione".

Lo afferma il consigliere comunale della Lega, Elio Ficarra, in riferimento alla disposizione del 24 marzo della presidenza del Consiglio con la quale si consente lo svolgimento delle sedute in videoconferenze. "Solo per il Consiglio e le commissioni però" ribadisce Ficarra, che reputa "il provvedimento lesivo dell’attività sin ad oggi svolta dalle Circoscrizioni che si vedono impossibilitate, tutelando giustamente l’incolumità dei propri componenti e dei cittadini, a poter effettuare le sedute consiliari". Elio Ficarra 2-2

"Una grave dimenticanza che deve essere colmata, dando anche a questi organismi la possibilità, attraverso idonei strumenti multimediali, di svolgere il proprio lavoro. Non dimentichiamo che le Circoscrizioni, primo anello di congiunzione tra le istituzioni e il territorio, rappresentano un forte collante tra le richieste dei quartieri e la macchina comunale. Quindi privarle di questo diritto, renderebbe ancora più debole il rapporto con i cittadini e depotenzierebbe quel decentramento, già non in buona salute", conclude Ficarra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento