Comuni a rischio default, Chinnici (Iv): "Subito 5 miliardi oppure servizi in bilico"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“I Comuni italiani sono a rischio default e servono immediatamente cinque miliardi di euro per salvare servizi essenziali come rifiuti e trasporto pubblico: condividiamo il grido d’allarme dell’Anci, il governo nazionale deve intervenire immediatamente”. Lo dice Dario Chinnici, coordinatore provinciale di Italia Viva a Palermo.

“Gli enti locali sono con l’acqua alla gola - sottolinea Chinnici -. Il blocco delle attività economiche ha provocato una drastica riduzione della capacità fiscale dei Comuni che non hanno più entrate e non sanno nemmeno quando ne avranno di nuove, a Palermo come altrove. Servizi essenziali come il trasporto pubblico e i rifiuti sono fortemente a rischio, così come i bilanci e gli stipendi, per questo serve un intervento statale forte e coordinato. Gli amministratori locali sono in prima linea contro l’emergenza sanitaria ed economica, ma non possono essere lasciati soli in trincea. Servono inoltre interventi per far ripartire l’economia e le attività produttive o a risentirne sarà tutto il Paese”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento