menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Virus, i sindaci siciliani alzano la voce: "Servono risorse immediate non perdite di tempo"

L'AnciSicilia, al termine di un'assemblea straordinaria, chiede un incontro con la Regione e il Governo Conte, a cui partecipino i ministri per gli Affari regionali, Francesco Boccia, e per il Sud, Giuseppe Provenzano

Un incontro a tre con l'Anci, la Regione e il Governo Conte, a cui partecipino i ministri per gli Affari regionali, Francesco Boccia, e per il Sud, Giuseppe Provenzano. E' la proposta che arriva al termine dell'assemblea straordinaria dei sindaci siciliani per fare il punto sull'emergenza sanitaria, economica e sociale legata al Coronavirus. Un faccia a faccia virtuale andato avanti per oltre quattro ore e durante il quale hanno preso la parola più di 40 amministratori locali. "I Comuni chiedono regole certe e liquidità - ha detto il presidente di AnciSicilia, Leoluca Orlando, chiudendo i lavori -. Abbiamo bisogno di risorse a fondo perduto, di interventi compensativi delle spese speciali di sicurezza e di un meccanismo compensativo che riguardi la fiscalità locale. Non possiamo essere considerati come 'Tabelle H', a cui dare ogni tanto un contributo per sopravvivere".

Orlando: "Mancano regole chiare, si può fare il bagno ma non si può sostare sulla spiaggia..."

"Come Anci dobbiamo chiedere un incontro al direttore della sede regionale della Banca d'Italia - ha aggiunto - per sollecitare un intervento sulle banche utile a fare in modo che un imprenditore che oggi chiede un finanziamento di 25 mila euro non debba presentare 19 documenti". Ma dall'Assemblea dell'Anci arriva anche un "ultimatum" alla Regione. "Non si può più perdere tempo - ha sottolineato Orlando-. E' necessario che le risorse previste dalla Finanziaria arrivino entro il 15 giugno. Il Governo Musumeci indichi una data in cui queste risorse potranno essere spendibili e regole certe per la loro spendibilità. Sciolga i nodi e le criticità di un'enorme manovra finanziaria che rischia di diventare altrimenti un boomerang".

Necessario per Orlando anche un vertice con l'assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza: "Si colga questo momento di emergenza per non smantellare gli ospedali minori".

Fonte AdnKronos

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento