Consiglio, opposizione unita contro la Ztl: "La Giunta la sospenda o ci penseremo noi"

Le minoranze sferrano un'offensiva politica all'amministrazione Orlando: messe a punto una mozione e una delibera per bloccare il ritorno dei divieti alle auto dal 18 maggio. "Stop per tutta l'emergenza Covid". Adesione da 19 consiglieri su 40, si punta a far breccia nella maggioranza

Una mozione e una delibera per stoppare la Ztl "fino alla durata dello stato di emergenza sanitaria stabilito dal governo nazionale". Questa l’iniziativa messa in campo dal coordinamento delle opposizioni in Consiglio comunale, che nelle ultime 48 ore si è riunito costantemente in vieoconferenza per elaborare i documenti da offrire alla sottoscrizione e votazione di tutta l'Aula.

Già 19 consiglieri su 40 hanno aderito all'iniziativa, che conta di fare breccia anche tra i ranghi della maggioranza. L'offensiva alla Giunta - lanciata dal gruppo Oso, +Europa, Coraggiosi, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Movimento 5 Stelle, Udc e Diventerà Bellissima - è scattata dopo che il sindaco Leoluca Orlando ha confermato il via alla Ztl diurna per lunedì 18 maggio, seppur con regole più "morbide". Un vero e proprio atto poltico, che punta a costringere la Giunta a fare retromarcia. Se la mozione non dovesse bastare, le opposizioni sono pronte a votare una delibera d'iniziativa consiliare per far sospendere la Ztl. A quel punto bisognerà vedere come si comporterà la maggioranza, a cominciare dai due gruppi di Italia Viva.

"Dal 18 maggio prossimo - si legge nel testo della mozione - verranno comunque confermate le misure sul distanziamento sociale per il contenimento e la gestione dell’emergenza sanitaria Covid-19, per cui ci sembra opportuno non congestionare il trasporto pubblico locale. Ed ancora: la chiusura definitiva delle scuole di ogni ordine e grado, la sospensione delle attività didattiche universitarie presso le sedi, la diffusione dello smart working e, ancora, il divieto di assembramenti, manifestazioni ed eventi, hanno determinato e continueranno a determinare, fino a quando non cesserà la fase dell’emergenza sanitaria, una significativa flessione del traffico veicolare nella città di Palermo. Per il principio di prudenza, di precauzione e di equo contemperamento degli interessi in gioco, si ritiene opportuno privilegiare la tutela della salute dei cittadini nei confronti dell’emergenza Covid-19, essendo ormai dimostrato che il modo più efficace per contrastare il virus è quello di applicare rigide condotte di distanziamento sociali e che il trasporto privato, con moto e auto, è idoneo a garantire tale distanziamento".

"Inoltre - sostengono i consiglieri d'opposizione - ci sembra necessario venire incontro alle realtà commerciali e imprenditoriali che sono situate all’interno della Ztl, già duramente provate e danneggiate dalle chiusure che si sono protratte per oltre due mesi, e che rimarrebbero ulteriormente isolate per la difficoltà dei cittadini di recarsi in centro, utilizzando, in sicurezza, i mezzi di trasporto pubblici.

Per tali motivazioni - conclude il coordinamento delle opposizioni - abbiamo ritenuto di buon senso presentare una mozione che possa essere trattata nella prossima sessione di consiglio, certi di un'ampia condivisione e sensibilità, e  predisporre, altresì, una delibera di iniziativa consiliare che sospenda la Ztl, nell’ipotesi in cui la Giunta non si dovesse adeguare alle direttive del Consiglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Coronavirus, divieto di spostamenti tra regioni valido anche per quelle in area gialla

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Annientata la Cupola di Cosa nostra: arrivano 46 condanne, inflitti oltre 4 secoli di carcere

Torna su
PalermoToday è in caricamento