menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Orlando striglia Conte: "Basta mortificare i Comuni, rischiamo il dissesto"

Il nuovo affondo del sindaco al termine dell'incontro in teleconferenza con i primi cittadini di Firenze, Milano e Napoli: da Roma "strategia che rischia di portare al collasso generalizzato"

"La ripresa non può avvenire e non ci sarà se si baserà sulla mortificazione dei sindaci e dei Comuni. Col dovuto rispetto per il ruolo e per i lavoratori di Alitalia, non è ammissibile che lo Stato stanzi per la compagnia più soldi che per tutti i Comuni messi insieme. È il segno di una disattenzione, se non di una strategia che rischia di portare al collasso generalizzato e al dissesto tutti i Comuni e i loro servizi. Tutti i Comuni, da Milano a Palermo, falliranno, nessuno si illuda!". E' la dura presa di posizione del sindaco, Leoluca Orlando, al termine dell'incontro di oggi pomeriggio in teleconferenza con i primi cittadini di Firenze, Milano e Napoli.

Secondo il Professore "mentre l'Europa sembra finalmente abbandonare le sue logiche ragionieristiche, le stesse permangono a livello nazionale, imponendo lacci e lacciuoli alle possibilità e alle modalità di spesa dei Comuni. Non si può mortificare l'Europa che ha saggiamente rinunciato al Patto di stabilità, mantenendo a livello nazionale tutti i vincoli del Patto stesso".

"Non possiamo che sperare - aggiunge Orlando - in un urgente ravvedimento da parte del Governo e del presidente Conte, che dovrà concretizzarsi con tre urgenti provvedimenti: l'alleggerimento delle norme che obbligano ad esosi accantonamenti nei bilanci, impedendo la possibilità di spesa; la possibilità di maggiore utilizzo dell'avanzo di amministrazione; un'urgente ordinanza di protezione civile che stanzi nuovamente fonti per i buoni alimentari, in attesa che finiscano le interminabili elucubrazioni sul reddito di emergenza o suoi simili".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento