Ex Imi diventa Covid hospital, Consulta giovanile raccoglie fondi per l'allestimento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

I cinque consiglieri della Consulta Giovanile regionale eletti per la provincia di Palermo - Federico Guzzo, Maria Occhione, William Vallone, Giuseppe Di Gangi, Sofia Cimino - hanno deciso di dare il loro contributo in questo momento difficile e complesso, fare la loro parte in questa battaglia contro il Covid-19, organizzando una raccolta fondi da destinare a materiale sanitario che servirà a rifornire il nuovo presidio ospedaliero Covid “Ex Imi”, che si appresta a diventare operativo e diventerà punto di riferimento contro le malattie virali anche in futuro per Palermo e i territori della provincia.

''Sappiamo, in quanto soggetti attivi sui nostri territori, che la gestione del fenomeno Covid-19 non si sta dimostrando facile per i governi locali, regionale e nazionale e siamo consapevoli  che il sistema sanitario della nostra terra soffre, purtroppo, perché carente di svariati strumenti, necessari per fronteggiare un’emergenza di questa entità. È evidente che a pagare maggiormente il conto di questa terribile crisi saranno, adesso e nel prossimo futuro, le fasce meno abbienti delle nostre comunità. Abbiamo subito intercettato la solidarietà quale strumento migliore e maggiormente utile in questa circostanza, stimolati anche dai tanti esempi positivi che sui nostri territori si stanno attuando", afferma Maria Occhione, consigliere e presidente della Consulta Giovanile di Belmonte Mezzagno.

''Consapevoli del fatto che in molti ci stiamo già spendendo per le nostre comunità - conclude Federico Guzzo, consigliere e presidente della Consulta Giovanile di Bagheria - volevamo invitare tutti i consiglieri delle altre Province siciliane a poter accogliere la nostra iniziativa e percepirla come un mezzo per poter lavorare insieme all’insegna della cooperazione e della sinergia di gruppo. È necessario per noi avviare immediatamente la raccolta fondi che avrà fine il 3 maggio. Siamo convinti che un’azione comune oggi ci garantirà la possibilità di partire con il piede giusto in futuro, quando insieme dovremo affrontare un percorso di rappresentanza per i giovani come noi e per i nostri territori. Per questo motivo chiediamo agli altri consiglieri di sostenere la nostra iniziativa,come già stanno facendo tantissime consulte giovanili palermitane, o in alternativa, di riprodurla sui loro territori, organizzando donazioni in favore degli ospedali Covid sparsi sul territorio regionale''.

Il link che rimanda alla donazione.

Torna su
PalermoToday è in caricamento