Piano anti Covid del governo regionale segreto? Razza: "Nulla da nascondere"

Per l'assessore alla Salute il Comitato tecnico scientifico "è vincolato a obblighi di riservatezza". E alcuni componenti non vanno in commissione Sanità. La replica dopo gli attacchi delle opposizioni: "Basta con le polemiche, saranno sentiti all'Ars"

Ruggero Razza insieme al presidente Musumeci

E' polemica all'Ars dopo che l'assessore alla Salute, Ruggero Razza, ha messo nero su bianco che il Comitato tecnico scientifico che supporta il governo Musumeci nell'adozione delle decisioni relative al Coronavirus "è un organismo consultivo del presidente della Regione vincolato a obblighi di riservatezza". Tanto da far saltare l'audizione in commissione Sanità all'Ars dei membri del Comitato tecnico scientifico.

L'audizione si terrà domani: così ha annunciato lo stesso Razza, provando a stroncare le polemiche innescate dal deputato del Pd, Giuseppe Lupo, che ha parlato di "scontro istituzionale fra governo e Parlamento" e ha invocato "trasparenza sulle decisioni del governo in un momento tanto delicato". 

Anche il M5S ha chiesto che il Comitato tecnico scientifico risponda alle domande dei parlamentari. “Il comitato tecnico scientifico e Razza hanno qualcosa da nascondere sulla strategia anticovid? A pensar male parrebbe di sì se è vero, come è vero, che l'assessore alla Salute  ha impedito che  i componenti del comitato fossero presenti oggi all'audizione prevista in commissione Salute. Oggi  - dicono i deputati di M5S e Pd - al Comitato tecnico scientifico costituito quale organo consultivo a supporto del Presidente Musumeci neo commissario al Covid, è stato impedito di essere audito innanzi la commissione salute dell’assemblea regionale siciliana. L’assessore Razza, che sul  Cts non ha alcun  titolo, ha addotto presunte ed ingiustificate ragioni di riservatezza.  Di cosa ha paura l'assessore? I siciliani non hanno diritto di sapere in che situazione versa la Sicilia sulla situazione Covid? Tutto questo ha del surreale perché per la prima volta una commissione parlamentare viene privata di fatto del diritto di esercitare il proprio ruolo. È un brutta pagina per il parlamento regionale siciliano che non può essere succube di un governo dispotico e autoritario, che pretende di imporre provvedimenti unilaterali e senza contraddittorio”.

“Solo in un secondo momento - raccontano i deputati M5S e Pd - è stato comunicato  che due componenti del cts potranno essere auditi e solo per una mediazione del Presidente dell'ARS Miccichè. Una mini retromarcia che rispediamo al mittente che rimarca la supponenza di questo assessore che pretende di fare il bello e il cattivo tempo. La cosa assurda – concludono  i deputati - è che Razza non ha poteri di gestione sul Cts, in quanto è Musumeci il commissario per l'emergenza Covid, e pertanto venga lui  riferire in commissione insieme ai componenti del Cts”.

"Se fosse confermato che l'assessore Razza ha vietato ai componenti del Comitato tecnico scientifico di partecipare ai lavori della commissione Ars per non divulgare "notizie sottoposte a segreto" - hanno aggiunto i deputati Marianna Caronia e Carmelo Pullara - sarebbe un fatto gravissimo."

"L’intero Comitato tecnico scientifico - ha replicato Razza - non viene convocato in commissione parlamentare neppure dal Parlamento nazionale. L’onorevole Lupo e i deputati del M5S, per trovare ulteriori conferme, facciano due telefonate ai loro colleghi al governo centrale e chiedano. Domani saranno comunque ascoltati dalla commissione Salute all'Ars sia il responsabile del Cts regionale sia altri rappresentanti. Nulla da nascondere, anzi, ricordo che a differenza del Comitato tecnico scientifico nazionale, tutti gli atti del Cts siciliano sono sempre stati nella disponibilità di chiunque. Considerato il momento delicato che tutto il Paese sta attraversando, facciamo nostro l'appello lanciato appena poche ore fa dal presidente Sergio Mattarella ad una responsabilità collettiva e finiamola con polemiche senza senso che nuociono alla nostra comunità".   

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento