Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Conte in Sicilia: "Elezioni regionali, dialoghiamo a tutto campo con il Pd"

L'ex premier: "E' chiaro che adesso è un nuovo corso e dobbiamo superare i problemi del passato, la criticità maggiore è quella di un confronto costante col territorio, un radicamento che il M5S non ha avuto inizialmente anche per scelta"

"Se c’è il pericolo di una crisi di governo? Beh se la Lega dovesse continuare così il rischio c’è". Così Giuseppe Conte a Ramacca (Catania). "Dal Green pass all’ultimo passaggio sul fisco sono atteggiamenti incomprensibili e non lineari, si avanza zigzagando". Parlando delle interlocuzioni con il Pd anche in vista delle Regionali Siciliane del 2022, l'ex premier annuncia: "Adesso avremo una interlocuzione a tutto campo con il Pd anche per la Sicilia".

Conte replica a distanza a Matteo Salvini: "Noi e il Pd fuori dal governo? Ma siamo seri, non è tempo di battute… Così rimane lui? A fare cosa? A parte i numeri che non avrebbero? Così direbbe ogni giorno una cosa diversa, come si governa un Paese con il suo sostegno? Dobbiamo essere seri e siamo ancora in emergenza lasciamo le battute a parte". Conte spiega che "c'è una traiettoria politica più generale che vede un dialogo costante e intenso con il Pd. Laddove abbiamo potuto abbiamo lavorato insieme per elaborare un progetto comune", dice ad Adrano, che vede un candidato sindaco Pd appoggiato dal M5S, "questo laboratorio ha prodotto un progetto condiviso, in un altro caso non siamo riusciti, ma questo non toglie che la traiettoria complessiva rimanga quella di un dialogo per essere competitivi rispetto al centrodestra".

“Grillo? C'è sempre, la sua ispirazione eco-sociale rimane e rimane di grande ispirazione anche per quanto riguarda La carta dei principi e dei valori che abbiamo introdotto. Ovviamente - aggiunge - siamo in una prospettiva politica diversa, sono tempi diversi rispetto al corso iniziale, in cui c'è stata una forte azione di rottura rispetto al sistema politico così come si era consolidato negli anni. Adesso veniamo da due esperienze di governo dirette, due volte io presidente del Consiglio col M5S, stiamo appoggiando in maniera assolutamente leale questa esperienza di governo nell'interesse dei cittadini".

"E' chiaro che adesso è un nuovo corso e dobbiamo superare le criticità del passato; la criticità maggiore è quella di un dialogo costante col territorio, un radicamento che il M5S non ha avuto inizialmente anche per scelta, un po' perché si è affidato alla forma movimento: ora non siamo certo un partito ottocentesco ma il nostro obiettivo è il radicamento nei territori”, sottolinea Conte. L'ex premier ha iniziato un tour di tre giorni di Sicilia che si concuderà ad Alcamo domani. Non sono previste tappe palermitane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conte in Sicilia: "Elezioni regionali, dialoghiamo a tutto campo con il Pd"

PalermoToday è in caricamento