rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Conte pensa a una ricetta per la Sicilia e dice: "Governo Musumeci insufficiente"

Il leader nazionale del Movimento 5 Stelle si prepara ad affrontare le sfide elettorali delle Comunali e delle Regionali. Un nome, magari grillino, per Palazzo d'Orléans? "Verrà fuori in maniera naturale e forte", assicura l'ex premier

"L'imperativo del M5S è proporre ai cittadini la migliore ricetta per governare la Sicilia". A dirlo è Giuseppe Conte, leader nazionale del Movimento 5 Stelle, consapevole che, dopo i ballottaggi di domenica e lunedì sull'Isola, arriverà il tempo di scegliere chiaramente i candidati per le Comunali di Palermo e le Regionali, individuando magari un percorso che passi dalle primarie con il Pd. 

L'ex premier, parlando al quotidiano "La Sicilia", non si abbatte per i risultati dei ballottaggi: "Sappiamo quali sono i nostri problemi sul fronte dell'organizzazione e della presenza territoriale, li stiamo prendendo di petto". Pensa di ripartire dal "grande entusiasmo" respirato nelle piazze del tour nell'Isola. E guarda avanti: "Questo è il momento della semina, del rinnovamento: stiamo iniziando un nuovo percorso".

Conte non si sbilancia sull'imminente nomina del viceré grillino di Sicilia, né sull'alleanza con il Pd per le Amministrative a Palermo. Però, dice: "Il governo Musumeci è insufficiente"; l'ex premier, alla luce del flop sui fondi Pnrr, chiede ai siciliani in che mani volete mettere i tantissimi fondi che arriveranno nei prossimi mesi?", magari grazie a "una base da cui partire, che non è solo quella nazionale frutto dell'esperienza del governo Conte 2 ma anche quella di questa tornata di amministrative", ovvero l'alleanza in molti comuni con dem, sinistra e civismo.

Un nome, magari grillino, per Palazzo d'Orléans? "Verrà fuori in maniera naturale e forte", assicura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conte pensa a una ricetta per la Sicilia e dice: "Governo Musumeci insufficiente"

PalermoToday è in caricamento