Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Consiglio comunale, Sinistra comune rinuncia a Evola

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Abbiamo messo a disposizione della maggioranza una proposta di alto livello politico e culturale che avrebbe potuto dare lustro alla città e alle sue istituzioni. Tuttavia, non avendo trovato una convergenza, sentiamo la responsabilità politica di non voler spaccare la maggioranza alla prova del primo voto e, considerato che i nostri quattro voti sono decisivi per la tenuta della coalizione che ha vinto le elezioni, abbiamo formalmente comunicato il ritiro della proposta di Barbara Evola, donna di sinistra, con esperienza istituzionale, rappresentativa del mondo della scuola". Lo hanno detto i quattro consiglieri comunali di Sinistra comune (Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando, Marcello Susinno) incontrando il sindaco Leoluca Orlando, prima della seduta d'insediamento del Consiglio comunale.

"Ringraziamo i consiglieri, di maggioranza e minoranza, che hanno dichiarato che avrebbero votato per Barbara Evola ma la nostra proposta era rivolta a tutta la maggioranza e non aveva l'obiettivo di frantumare la coalizione che deve governare la città - hanno aggiunto -. Abbiamo convenuto che, contrariamente all'elezione del Presidente del consiglio comunale, non può esserci vincolo di maggioranza per l'elezione del vice-presidente che è una prerogativa esclusiva della minoranza. Pertanto il gruppo di Sinistra Comune, in assenza di proposta unitaria dell'opposizione, ha scelto come criterio di votare il candidato proposto dal gruppo più grande della minoranza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, Sinistra comune rinuncia a Evola

PalermoToday è in caricamento