Politica

"Ponte Corleone, chiarezza sulla stabilità": temperatura bollente a Sala delle Lapidi

L'opposizione abbandona l'Aula e fa saltare la seduta: sotto accusa - oltre alle condizioni del ponte - sono finiti anche gli eventi di Palermo Capitale della Cultura: alla Gam non si è svolta una conferenza. Lavori sospesi, i gruppi di minoranza: "Pronti a sfiduciare gli assessori"

Il Ponte Corleone

Opposizioni all'attacco sugli eventi di Palermo Capitale della Cultura e sulle condizioni del ponte Corleone. Due assessori - Andrea Cusumano ed Emilio Arcuri - nel mirino dei gruppi di minoranza, pronti a presentare altrettante mozioni di sfiducia. Dopo i casi sollevati da esponenti di maggioranza, Terrani sul ponte Corleone, e Giulio Cusumano su appuntamenti calendarizzati ma non in corso nell'ambito di Palermo Capitale della Cultura, l'opposizione abbandona l'Aula e fa saltare la seduta odierna a Sala delle Lapidi. 

I fatti. Oggi alla Gam la conferenza sui tutori dei migranti stranieri non si è svolta. E nessun responsabile del museo cittadino, secondo quanto emerso in Consiglio, ne era a conoscenza. Quello della Gam non sarebbe l'unico evento "saltato". "Da tempo chiediamo chiarezza sul programma e sui soldi spesi - afferma Igor Gelarda (M5S) - adesso abbiamo la conferma, dalla stessa maggioranza, che non c'è un piano di navigazione. Come temevamo la vicenda di Palermo Capitale della Cultura rischia di essere un grande flop, anziché un volano per la nostra città. Siamo di fronte all'ennesima brutta figura".

I lavori del Consiglio comunale, riferiscono all'unisono i gruppi d'opposizione, non andranno avanti finché gli esponenti della Giunta non daranno spiegazioni in Aula. "Non si fa altro - tuona Giulio Tantillo (Fi), vicepresidente del Consiglio - tutto è sospesso per motivi d'urgenza. Siamo pronti a sfiduciare gli assessori Cusumano e Arcuri". 

Il responsabile dei Lavori pubblici viene chiamato in causa per lo stato di degrado del ponte Corleone, che crea condizioni di pericolo per la pubblica incolumità. Il caso, ancora una volta, è stato sollevato da un consigliere di maggioranza, ovvero Sandro Terrani (capogruppo di Mov139). "Apprendendo dello stato di gravità rispetto allo stato di degrado avanzato in cui versa il ponte Corleone - si legge in un documento firmato da tutti i consiglieri di minoranza - si chiede l'immediata convocazione in Aula dell'assessore per fare chiarezza sulla stabilità della struttura e lo stato di avanzamento degli interventi previsti".

I consiglieri si riservano inoltre di "presentare eventuale mozione di sfiducia in relazione a gravi inadempienze: piano triennale delle opere pubbliche, edilizia scolastica, report periodici disattesi, opere incompiute, Prg e progetti affidati al Coime". In calce la firma di tredici consiglieri. In attesa della replica degli assessori, la temperatura a Sala delle Lapidi diventa "bollente". Prova a smorzare i toni Ottavio Zacco (Sicilia Futura): "Credo che possiamo solo fare i complimenti all'assessore Cusumano che ha già calendarizzato centinaia di eventi senza spendere un solo euro dalle casse comunali. Mi auguro che presto possa tornare in Aula la serenità con cui abbiamo iniziato e dare risposte concrete per lo sviluppo economico della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ponte Corleone, chiarezza sulla stabilità": temperatura bollente a Sala delle Lapidi

PalermoToday è in caricamento