Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Presidenza del Consiglio comunale, corsa a tre: Totò Orlando in pole position

Il campo sarebbe circoscritto ai big delle liste di stretta osservanza orlandiana: Mov139 e Palermo 2022. In lizza anche Fabrizio Ferrara e Giulio Cusumano. Altra casella da riempire è quella della vicepresidenza. Giulio Tantillo e Marianna Caronia i nomi più gettonati

Sala delle Lapidi

Ogni decisione verrà presa dopo la proclamazione degli eletti a Sala delle Lapidi - che dovrebbe avvenire la prossima settimana - ma la corsa alla presidenza del Consiglio è già iniziata. Il campo sarebbe circoscritto ai big delle liste di stretta osservanza orlandiana: Mov139 e Palermo 2022. I nomi in lizza si contano sulle dita di una mano. E sono quelli del presidente uscente Totò Orlando, di Fabrizio Ferrara (entrambi di Mov139) e di Giulio Cusumano.

Secondo i rumors, la candidatura più "debole" sarebbe quella di Cusumano. L'ex Udc e Mpa, pur avendo un notevole bagaglio di esperienza politica (seppur ancora giovane d'età), non riscuoterebbe consensi omogenei all'interno della maggioranza. I cinque anni dell'ultima consiliatura, passati proprio sullo scranno più alto di Sala delle Lapidi, hanno consolidato lo spessore politico di Totò Orlando. Che conosce a menadito le dinamiche d'Aula ed ha dimostrato di saper "governare" situazioni complicate. Senza considerare che, con lui al timone, il Consiglio è stato molto più produttivo rispetto al passato. Insomma, l'usato sicuro.

Totò Orlando sfida Ferrara

Se sfida con Ferrara sarà, Orlando dovrebbe partire in vantaggio. Se non che, rispetto all'ex democratico (eletto nel 2012 con i ferrandelliani di Ora Palermo), è stato confermato in Consiglio con un numero minore di preferenze. Ferrara quindi giocherà le sue carte facendo pesare il risultato elettorale, che lo ha visto conquistare quasi 400 voti in più. Un'arma non da poco, che cinque anni fa lo stesso Totò Orlando ha fatto valere per spuntarla su Alberto Mangano e Aurelio Scavone.

Vertice con Leoluca Orlando

Il metodo per individuare il presidente del Consiglio verrà comunque stabilito di concerto con il sindaco Orlando. Dopo la proclamazione è previsto un vertice tra i consiglieri di maggioranza e il primo cittadino, che non è nuovo a colpi ad effetto. Da questa riunione uscirà un nome condiviso; ergo tutti si dovrebbero adeguere alla scelta fatta per votare compatti in Aula. 

Corsa alla vicepresidenza

Altra casella da riempire è quella della vicepresidenza. Un solo posto, che spetta all'opposizione. Non più due, come in passato, in virtù della riforma regionale che ha abbassato pure il numero dei consiglieri. Il Movimento Cinque Stelle giocherà la sua partita in solitaria, votando un suo candidato. Speranze di elezione? Nessuna, potendo disporre solo di 5 voti. Ecco quindi che il vicepresidente sarà un ferrandelliano o un forzista. Giulio Tantillo e Marianna Caronia sono i nomi più "gettonati". Nessun passo in avanti, al momento. Una posizione attendista anche se, tra i due possibili candidati, Tantillo non si nasconde: "Se me lo dovessero chiedere, non mi tirerei indietro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenza del Consiglio comunale, corsa a tre: Totò Orlando in pole position

PalermoToday è in caricamento