Sabrina Figuccia
Politica

Figuccia dice "no" a nuova mozione di sfiducia al sindaco: "Nessuna scorciatoia per Orlando"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Dopo aver perso la maggioranza in Consiglio comunale, il sindaco Orlando è diventato ormai il bersaglio preferito di tutti. Ma attaccare lui è come sparare sulla croce rossa. Nel 2017 il sindaco ha preso un solenne impegno con i palermitani, adesso lo deve onorare fino in fondo".

Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale della Lega, che prosegue: "E' facile, adesso, invocarne le dimissioni o cercare di approvare una mozione di sfiducia per farlo andare a casa. Così sarebbe troppo facile, anche perché si farebbe il gioco di Orlando, abilissimo a trasformarsi in un martire, in una vittima, ribaltando così l’attuale situazione drammatica che vive la città. In questo residuo anno di consiliatura, Orlando deve continuare a fare il sindaco: nel 2022 i palermitani tireranno le somme e, attraverso le urne, daranno il loro responso, che sicuramente sarà molto negativo".

"Se invece Orlando cadesse adesso potrebbe, paradossalmente, cominciare a pensare ad un proprio ruolo per il futuro, magari come un 'grande vecchio' manovratore alle spalle di qualche suo fedelissimo, il che sarebbe una vera iattura per la città e per i palermitani. Non vorrei che noi ci trovassimo nella posizione di utili idioti e quindi involontari complici di subdole manovre tra Orlando e i suoi ex alleati di Italia Viva. Molto meglio un altro anno di Orlando e compagnia varia per non ritrovarcelo più tra i piedi in futuro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figuccia dice "no" a nuova mozione di sfiducia al sindaco: "Nessuna scorciatoia per Orlando"

PalermoToday è in caricamento