Corleone, il Consiglio comunale si sposta in villa 

È la prima volta che accade in questa legislatura, iniziata a fine novembre. Il sindaco Nicolò Nicolosi: "L’incontro verterà in particolare sul programma complessivo dell’amministrazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Consiglio comunale di Corleone si sposta in villa: potranno partecipare tutti i cittadini che lo desiderano. È la prima volta che accade in questa legislatura, iniziata a fine novembre. L’appuntamento è fissato per sabato alle 18. “L’incontro verterà in particolare sul programma complessivo dell’amministrazione - spiega il sindaco Nicolò Nicolosi - e soprattutto su quanto fatto finora, ma ci sarà spazio anche per altri argomenti. Ad esempio, sarà discussa in modo dettagliato la questione del Cidma. Auspico una partecipazione massiccia della città”.

In base all’articolo 6 del regolamento del Consiglio, è stata data la possibilità ai cittadini di presentare una richiesta per via telematica per intervenire durante la riunione di sabato. “Chi non lo avesse fatto - commenta il presidente del Consiglio, Pio Siragusa - avrà comunque la possibilità di far presente la sua volontà di intervenire. Potrà farlo in base all’argomento, che deve essere in linea con quanto stabilito dall’ordine del giorno, e compatibilmente con il tempo a disposizione. È un peccato che non siano giunte molte domande”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento