Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Consiglio comunale, sì all'ampliamento dell'Ismett: più spazio per i laboratori di ricerca

Il centro trapianti potrà costruire una nuova palazzina di tre piani, sempre in via Tricomi. Gli uffici comunali avevano in un primo tempo dato parere negativo alla variante urbanistica perché non erano rispettati i parametri su verde e posti auto. Dopo l'intervento della Regione, l'ok di Sala delle Lapidi

Via libera dal Consiglio comunale ad una variante urbanistica per l'ampliamento dell'Ismett. Sala delle Lapidi ha approvato a maggioranza la delibera che in un primo tempo aveva ricevuto il parere negativo degli uffici comunali dell'Urbanistica. Il motivo? Non venivano rispettate, secondo le norme tecniche di attuazione del Prg, le quote relative a verde (almeno il 60% della superficie) e dei posti auto (due per stanza).

L'Ismett si è così rivolto alla Regione che - ritenendo l'opera d'importanza nazionale - ha fatto valere l'articolo 7 della legge regionale sull'urbanistica: ovvero la possibilità di sostituirsi al Comune nell'approvazione della variante urbanistica per l'ampliamento dei locali a servizio del centro trapianti. Ragion per cui, al secondo tentativo è arrivata la fumata bianca del Consiglio, anche in assenza dei parametri sul verde. "Si tratta di valori eccessivi. Possono andare bene per un cimitero, ma non per un ospedale" afferma Giulio Tantillo (Forza Italia), componente della commissione Urbanistica. 

Con l'ok di Sala delle Lapidi, l'Ismett potrà adesso costruire una palazzina di tre piani (di cui uno seminterrato), sempre in via Tricomi, per un volume complessivo di 1.700 metri cubi (145 metri quadrati circa a piano). L'amplimento dei laboratori di ricerca ha reso necessario un nuovo edificio, dove verrà trasferito il centro di formazione "Fiandaca" e altri servizi. Un edificio piccolo, ma funzionale per incrementare negli attuali locali l'attività di ricerca di un centro ritenuto un polo d'eccellenza per i trapianti. 

"Così come per l'ospedale Cervello - dice Massimiliano Giaconia, consigliere di Palermo 2022 - si deve ricorre ancora una volta all'articolo 7 della legge regionale 65/81. Stavolta per l'ampliamento dell'Ismett e la costruzione di una nuova palazzina servizi. Un limite dell'attuale piano regolatore che auspichiamo sia stato considerato dagli uffici della Pianificazione. Il Consiglio comunale ha votato favorevolmente la delibera, ritenendo la palazzina necessaria per completare il progetto infrastrutture di ricerca che vede impegnata l'Ismett".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, sì all'ampliamento dell'Ismett: più spazio per i laboratori di ricerca

PalermoToday è in caricamento