rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica

C'è l'ok dello Iacp, il Comune tira un sospiro di sollievo: il Capodanno al Cep è salvo

Dopo il botta e risposta sulla titolarità dell'area dov'è previsto il concerto dei Tinturia, l'Istituto case popolari accoglie la richiesta al fotofinish dell'amministrazione. Polemiche in Consiglio, Ferrandelli: "Darawsha si dimetta". Giaconia: "La questione va chiusa definitivamente"

Il concertone di fine anno al Cep si farà. L'ok arriva al fotofinish, dopo il botta e risposta nel weekend appena trascorso tra lo Iacp (che ha la proprietà dell'area dove è prevista la manifestazione) e il Comune (che aveva prodotto un verbale di consegna del 1970, ma non ne ha mai avuto la titolarità). Ragion per cui stamane l'amministrazione, attraverso il capo area dell'assessorato alla Cultura Domenico Verona, è corsa ai ripari inviando allo Iacp una richiesta di autorizzazione per l'utilizzo dello spazio nei pressi della villetta intitolata a Peppino Impastato.

"Nelle more dei necessari approfondimenti e al fine di evitare che la questione possa essere di ostacolo al rilascio delle autorizzazioni per lo spettacolo - si legge nella lettera firmata dal dirigente Verona - si richiede l'autorizzazione all'utilizzo del terreno in parola fino alla data del primo gennaio 2020, sollevando lo Iacp da qualsiasi responsabilità per gli eventuali danni arrecati a persone e cose per l'utilizzo dell'area nel periodo in questione ed evidenziando che nessuna somma di denaro è stata prevista per l'utilizzo del medesimo spazio".

Il "benevolo accoglimento della presente" - auspicato alla fine della lettera da Verona, a conferma del "pastrocchio" che poteva far saltare uno dei due concerti di Capodanno (l'altro è a piazza Giulio Cesare con Mario Biondi) - è arrivato a stretto giro di posta. Lo Iacp, che ad essere precisi mai si era opposto al concerto nell'area di sua proprietà, ha tolto le castagne dal fuoco al Comune. E così domani sera i palermitani che si recheranno al Cep potranno festeggiare l'inizio del 2020 con la muisica dei Tinturia e la comicità di Nino Frassica. 

L'area è dello Iacp, il Comune non ha il permesso: a rischio il Capodanno al Cep?

Superati gli ostacoli burocratici, si è riaccesa la polemica in Consiglio comunale. Il leader di +Europa Fabrizio Ferrandelli attacca a testa bassa l'assessore alle Culture Adham Darawsha: "Dopo che in maniera tronfia e saccente aveva replicato ai miei dubbi, dicendo che la piazza fosse del Comune, si dimetta. Si tratta dell'ennesima evidenza di incapacità: nelle scorse settimane l’opposizione ha evidenziato dubbi procedurali e sulle tempistiche sulla gestione delle intere festività. Adesso, a un giorno dai festeggiamenti di Capodanno, il Comune invia allo Iacp richiesta di autorizzazione all’utilizzo della piazza del Cep. Una tempistica che, oltre ad essere incommentabile, sarebbe insufficiente o intollerabile per un normale cittadino che in 24 ore dovrebbe ottemperare, con un ravvedimento tardivo, ad una qualsiasi procedura amministrativa che rischierebbe altrimenti di compromettere qualsiasi aspetto della propria vita o familiare o lavorativa”.

Anche la maggioranza non risparmia critiche all'amministrazione, ma tira un sospiro di sollievo. Perché, spiega il consigliere Massimo Giaconia (Avanti Insieme), alla fine "è prevalso il buon senso" e "l'amministrazione ha seguito il mio consiglio, ovvero quello di chiedere l'autorizzazione allo Iacp. Sollevando lo stesso ente da ogni responsabilità". Ora che "il Capodanno è salvo", Giaconia invita i due enti "a chiudere definitivamente la questione con il passaggio dell'area al Comune".

"La terza commissione, su mia proposta, - aggiunge - qualche mese fa convocò l'assessore D'Agostino, il dirigente del patrimonio del Comune e i vertici dello Iacp nonché il presidente della Sesta circoscrizione Maraventano, proprio per tentare di trovare una formula affinché la titolarità del campetto di calcio passasse al Comune, allo stesso modo di come abbiamo fatto con il parco Tindari (Borgo Nuovo). Il tavolo non c'è mai stato perché i vertici dello Iacp  risposero che per un po' di tempo sarebbero stati impegnati in altre questioni. Proporrò l'istituzione del tavolo - conclude il consigliere di Avanti Insieme - affinché il Comune prenda possesso dell'area per darla in concessione alle realtà presenti nel territorio, come la parrocchia, l'associazione San Giovanni Apostolo e la scuola Saladino, che da tempo manifestano il desiderio di poter utilizzare il sito per poter svolgere attività sportive in favore dei ragazzi del Cep".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è l'ok dello Iacp, il Comune tira un sospiro di sollievo: il Capodanno al Cep è salvo

PalermoToday è in caricamento