Gelarda (Lega): "Regolamento antievasione Orlando nel caos, si sospenda fino a fine pandemia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"E' chiaro che il sindaco Orlando ha ormai perso il controllo dell'amministrazione Comunale", a dichiararlo è il capogruppo della Lega Igor Gelarda. "E' impensabile - continua - se non  ridicolo, che ad ottobre venga approvato il regolamento antievasione, assolutamente inappropriato in questo momento storico e non equo, proposto dai suoi uffici e che sarebbe dovuto entrare in vigore da gennaio. Ma a seguito delle proteste del mondo produttivo palermitano, in ginocchio per il Covid, Orlando fa dietrofront. Abbiamo scherzato, si rimanda tutto in consiglio per approvare una clausola che faccia partire la mannaia da settembre".  

"A questo punto visto che il regolamento torna in consiglio ne chiederemo la sospensione fino alla fine della pandemia e una riesame per renderlo meno asfissiante e più equo.  Stanno giocando a ping pong con la pelle dei contribuenti e delle attività commerciali palermitane.  Le tasse si devono pagare e i furbetti devono essere puniti. Ma non si può attivare un regolamento così pesante in un momento tragico come questo. Con l'aggravante i servizi reali erogati a cittadini e attività commerciali sono pressoché inesistenti. Altrimenti - conclude Gelarda - non si chiamano tasse, ma balzelli come nel Medioevo".
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento