Sabato, 19 Giugno 2021
Politica Tribunali-Castellammare / Piazza Pretoria

Opere triennali, la parola al Comune "Poche risorse per Sport e Verde"

Nel 2014 saranno 270 i milioni di euro investiti per interventi stradali, difesa del suolo e dell'ambiente, edilizia scolastica ed altro ancora. Nel triennio le risorse dovrebbero ammontare a 3 miliardi e 800 milioni. Previsti 12 milioni per restaurare Palazzo delle Aquile

Palazzo delle Aquile, sede del Comune

Pronti 270 milioni di euro per interventi stradali, difesa del suolo e dell'ambiente, edilizia scolastica ed altro ancora. Sono solo alcuni dei settori compresi nell'elenco dell'anno prossimo relativo al programma triennale delle opere pubbliche e nei quali il Comune investirà. Nel triennio 2014-2016, nonostante ancora non ci sia la copertura finanziaria, la somma complessiva si aggira intorno ai 3 miliardi e 800 milioni. Ma prima di partire con i lavori si dovrà attendere il voto del Consiglio comunale, che dovrà esprimersi con sui 685 interventi previsti, 103 dei quali per il 2014.

"Le principali opere che l'amministrazione intende realizzare nel 2014 - spiega il consigliere Nadia Spallitta - riguardano interventi stradali (25 milioni), interventi di difesa del suolo e di protezione dell'ambiente (30 milioni), edilizia sociale e scolastica (20 milioni, ivi compresi opere sugli immobili confiscati), edilizia abitativa (37 milioni), beni culturali (22 milioni, perlopiù per interventi di messa in sicurezza), sport e spettacolo (6 milioni), interventi igienico-sanitari (77 milioni, perlopiù per manutenzione e rifacimento delle reti fognarie) e infrastrutture (16 milioni). Alla proposta - conclude - è allegata un'osservazione, presentata da Palermo Ciclabile e da me pienamente condivisa, che richiede il reinserimento nel programma triennale della "green way", sul tracciato ferroviario Palermo-Camporeale. Osservazione ritenuta accoglibile anche dagli uffici. Dispiace vedere come non si voglia investire su Sport e Verde, per cui sono state messe a disposizione scarse risorse".

Dei 270 milioni circa messi impiegati per gli interventi contenuti nell'elenco annuale, 54 milioni arrivano dall'Unione europea, 90 milioni dallo stato, 64 milioni dalla Regione, mentre il Comune utilizzerà circa 20 milioni di fondi propri e 40 milioni provenienti da mutui. Due milioni saranno andranno per la manutenzione il Palazzetto dello sport ed altri tre per la struttura equestre della Favorita, mentre ben 26 milioni serviranno al rifacimento dell'impianto di depurazione di Acqua dei Corsari. E se da una parte si investe poco per Sport e Verde, nel piano risultano 12 milioni di euro per i lavori di restauro di Palazzo delle Aquile.

"Sono previsti nel 2015 e nel 2016 venticinque interventi - continua la Spallitta - per complessivi 597 milioni di euro finanziati da privati. Dal programma triennale emerge un'oggettiva difficoltà di investire risorse nella realizzazione di opere pubbliche, un'inadeguata capacità di acquisire fondi europei ed una bassa propensione all'investimento, pari a circa il 15% dell'intero bilancio comunale (che è di circa 1 miliardo e 300 milioni). Inoltre - conclude -, negli anni, molte opere con copertura finanziaria non sono state realizzate, forse anche a causa della tardiva approvazione del bilancio e dell'allegato elenco annuale. Mi auguro che questa amministrazione sia in grado, in modo più efficace, di dare ossigeno alla nostra economia potenziando gli interventi e la realizzazione di opere pubbliche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere triennali, la parola al Comune "Poche risorse per Sport e Verde"

PalermoToday è in caricamento