menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune, approvate tariffe Tari 2020: verso gli sconti per imprese vittime del Covid

Non vi saranno aumenti rispetto al 2019. Orlando: "Adesso si arrivi all'approvazione della riduzione fino al 70% per le aziende colpite maggiormente dalla crisi economica legata all'emergenza sanitaria"

Il Consiglio comunale ha votato oggi a maggioranza le tariffe Tari 2020. Non vi saranno aumenti rispetto al 2019. C'è però una clausola che fa espresso riferimento alla situazione determinata dall'emergenza Covid e alla recente normativa regionale che ha aperto la possibilità a riduzioni ed esenzioni da compensare con fondi regionali, "nonché, in stretta connessione con gli effetti prodotti dall’emergenza epidemiologica, ogni altro intervento nazionale o regionale". La delibera approvata aveva già ricevuto parere positivo dai Revisori dei Conti del Comune. Se alla fine dell'anno, una volta che sarà accertato e certificato il costo del trasporto dei rifiuti fuori provincia, dovesse essere necessario un aumento, questo sarà spalmato su tre anni.

"Auspichiamo ora - afferma il sindaco Leoluca Orlando - che con lo stesso spirito con cui la maggioranza del Consiglio comunale ha condiviso la proposta della Giunta, si arrivi presto alla approvazione dell'ulteriore proposta che riguarda la Tari, quella cioè che prevede una riduzione fino al 70% per le aziende colpite maggiormente dalla crisi economica legata al Covid-19. Sarà un ulteriore segno di attenzione per le imprese e un ulteriore segno di sensibilità da parte del Consiglio comunale".

"Esprimo vivo apprezzamento  - dice il consigliere e presidente della VI commissione, Ottavio Zacco -  per la delibera approvata dal Consiglio comunale, predisposta dall'ex assessore al bilancio l'ingegnere Roberto D'Agostino, che ringrazio, che modifica il regolamento sulla disciplina le rateizzazioni dei tributi comunali, andando incontro alle famiglie e alle attività commerciali. Un provvedimento che abbiamo condiviso in VI commissione di comune accordo alle rappresentanze delle opposizioni in quanto le modifiche votate apportano correzioni fondamentali che confermano la volontà di questa Amministrazione di venire incontro alle esigenze dei cittadini e di tutte le categorie produttive della Città che stanno ancora attraversando una profonda crisi economica e sociale causata dall'emergenza sanitaria. Di particolare rilevanza è la modifica che di fatto permette agli utenti di poter accedere alla rateizzazione dei tributi, anche in presenza di avvisi di pagamento risalenti agli anni precedenti purché non siano iscritti a ruolo, cancellando di fatto la norma precedente che consentiva l'accesso alla rateizzazione solo per i pagamenti dell'anno in corso e, comunque, entro 60 giorni dalla ricezione dell'avviso".
 

(Nella foto in basso la tabella esemplificativa del costo Tari per le utenze domestiche per un appartamento da 100 metri quadri. Una famiglia tipo, con quattro componenti, ad esempio, pagherà 320,62 euro, come nel 2019).  

 tari-6

Le reazioni

Italia Viva: "Vicini a imprese e cittadini" - "Nonostante la chiusura di Bellolampo e gli extra-costi sostenuti dalla Rap, oggi il Consiglio comunale di Palermo ha deciso di mantenere invariate le tariffe Tari 2020 e di applicare sconti e agevolazioni per i danni causati dal lockdown non appena saranno disponibili le somme annunciate dalla Regione. Un risultato importante, raggiunto grazie all'apporto di Italia Viva, e che riesce a coniugare l'equilibrio dei conti e la necessità di non vessare chi si trova già in difficoltà a causa del Covid". Lo dicono i consiglieri comunali di Italia Viva  Francesco Bertolino, Paolo Caracausi, Dario Chinnici e Carlo Di Pisa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento