Poste, Alotta: "Il Comune difenda i lavoratori di Palermo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"La riorganizzazione di Poste Italiane comporterà una pesante penalizzazione per Palermo e per tutta la Sicilia occidentale: la paventata chiusura del Cmp di via Ugo La Malfa, la consegna a giorni alterni, il taglio del volo diretto provocheranno disagi e ritardi per una città che è capoluogo di Regione e sede di uffici pubblici e privati. Presenterò una mozione a Sala delle Lapidi per chiedere che anche il Comune di Palermo faccia sentire la sua voce e chieda rispetto per i palermitani che hanno diritto, al pari di tutte le altre realtà metropolitane, a un servizio efficiente". Lo dice il consigliere comunale del Pd di Palermo Salvo Alotta.

Torna su
PalermoToday è in caricamento