rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Politica

Sulle opere antinquinamento scontro Comune-Regione: Orlando presenta esposto

Il primo cittadino chiede che Procura e Corte dei conti valutino il comportamento della Regione che, a suo giudizio, avrebbe ritardato la concessione delle autorizzazioni

Nuovo capitolo della "guerra" tra Comune e Regione Siciliana. Ancora una volta lo scontro nasce dalla mancata realizzazione delle opere antinquinamento. Il sindaco Leoluca Orlando ha annunciato, a margine della presentazione del report delle opere di riqualificazione urbana bandite nel 2016, di avere presentato un esposto alla Procura e alla Corte dei conti. Il primo cittadino chiede che i magistrati valutino il comportamento della Regione che, a suo giudizio, avrebbe ritardato la concessione delle autorizzazioni per le opere e gli interventi progettati in due depuratori e in collettore fognario. La spesa prevista era di 110 milioni di euro.

Orlando è tornato poi ad attaccare la decisione del governo di nominare, nel gennaio 2016, commissario l'assessore regionale Vania Contraffatto. Per il sindaco si tratta di una scelta "insana" e paradossale perché sarebbe stata nominata commissario "proprio il soggetto che ha la responsabilità politica del dipartimento regionale a cui si devono i ritardi". "Un commissariamento - tuona Orlando - stupidamente politico nel senso deteriore in cui qualche personaggio che ancora circola intende la politica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle opere antinquinamento scontro Comune-Regione: Orlando presenta esposto

PalermoToday è in caricamento