A Palazzo delle Aquile rifiuti in un corridoio, Gelarda: "Simbolo di un sistema che non funziona"

Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle denuncia lo stato di abbandono del corridoio e della scala che portano ai servizi igienici all'ammezzato. Un percorso obbligato per gli impiegati, ma anche per i visitatori

Un percorso a ostacoli tra sacchi colmi di immondizia. E' quello che tocca affrontare a chi deve raggiungere i bagni per uomini all'ammezzato di Palazzo delle Aquile, vicino all'aula Rostagno. A denunciare lo stato di abbandono è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Igor Gelarda: "Fino a venerdì scale e corridoi erano pieni di spazzatura, di polvere, rifiuti, con un buco nel muro. Bisogna necessariamente passare dal corridoio  per accedere ai bagni maschili, che vengono regolarmente frequentati dai turisti e dalle scolaresche che vengono in visita al Palazzo, oltre che ovviamente da parte degli impiegati del Comune".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gelarda ha chiesto formalmente al sindaco di "fare ripulire il corridoio e rimettere in sicurezza la scala di servizio". "Ho scritto anche all'Asp - aggiunge - per gli eventuali adempimenti che competono all'azienda sanitaria. Alcuni impiegati mi hanno detto che, rispetto al passato, la situazione è migliorata. Non oso pensare come fosse prima! Se si considera che decine forse centinaia tra turisti e scolaresche e impiegati vanno ogni giorno in bagno, è facile intuire il 'bel' biglietto da visita che offre la città di Palermo. Evidentemente quello della spazzatura è un problema congenito a questa amministrazione comunale che ha difficoltà a rimuoverla anche all'interno dei palazzi di sua pertinenza. Ovviamente anche in questo caso si scoprirà che il responsabile diretto non è il sindaco, ed effettivamente lui non può pensare anche ai corridoi vicino ai bagni! Ma il problema è politico, di un sistema che non funziona a 360 gradi, lasciando palermo, i palermitani e Palazzo delle Aquile pieni di spazzatura, con la Rap ormai al tracollo. E quello che è peggio con  i palermitani costretti a vivere in mezzo alle brutture della monnezza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento