Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

Comune, pagamenti arretrati alle coop sociali: nasce task force per velocizzare iter

Dieci funzionari amministrativi sono stati temporaneamente trasferiti all'assessorato alla Cittadinanza sociale per supportarne l'attività fino a fine anno. L'assessore Mattina: "Il sistema si scontra con una burocrazia non adatta al settore degli interventi sociali e alle esigenze dei cittadini"

"Nonostante quest'anno si sia già registrato un aumento della capacità e velocità dei pagamenti per i soggetti che gestiscono servizi sociali nella città (con un aumento di circa il 10% della capacità di spesa), con il sindaco abbiamo ritenuto che sia necessario creare una apposita task force amministrativa per recuperare la grossa mole di arretrato". Ad annunciarlo è l'assessore Giuseppe Mattina.

Il riferimento è ai tempi di pagamento da parte del Comune nei confronti di quei soggetti, per lo più cooperative, che gestiscono servizi in convenzione."Nell'intero 2017 - sottolinea Mattina - il Comune ha effettuato pagamenti per 12 milioni di euro, mentre nei primi 9 mesi del 2018 abbiamo già superato di 10 milioni e contiamo di arrivare a 15. C'è quindi un lieve miglioramento ma resta un arretrato notevole".

Già da questa settimana, un nucleo di 10 funzionari amministrativi è stato temporaneamente trasferito con una disposizione del sindaco da
diversi uffici all'assessorato alla cittadinanza sociale per supportarne l'attività fino alla fine dell'anno.

"Comprendiamo perfettamente - afferma Mattina - le difficoltà attraversate da enti e operatori sociali, che spesso arrivano ai limiti della sostenibilità, e per questo stiamo progressivamente cercando di migliorare il sistema che si scontra con una burocrazia e norme di verifica e controllo certamente non adatte al settore degli interventi sociali e alle esigenze dei cittadini. A questo si aggiunge che lì dove nasce un contenzioso con eventuali provvedimenti  ingiuntivi, paradossalmente questi si ritorcono contro gli stessi enti privati, perché determinano un ulteriore aggravio del lavoro per gli uffici ma soprattutto perché innescano meccanismi burocratici e contabili a dir poco kafkiani, con un danno reciproco per l'Amministrazione e per gli enti del privato sociale".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, pagamenti arretrati alle coop sociali: nasce task force per velocizzare iter

PalermoToday è in caricamento