Politica

Comune, 340 mila euro per minori in affido e assistenza ai disabili

Si tratta di risorse stanziate dal governo nazionale per il "sostegno ai Comuni che accolgono richiedenti protezione internazionale"

In arrivo contributi economici per l'affido familiare dei minori e l'assistenza domiciliare dei disabili. Nel corso della giunta di ieri, su proposta dell'assessore Giuseppe Mattina, è stato deliberato di destinare all'affido familiare dei minori e all'assistenza domiciliare per i disabili un fondo di 339 mila euro ricevuti nei giorni scorsi dal governo nazionale per il "Sostegno ai Comuni che accolgono richiedenti protezione internazionale".

"A conferma della correttezza delle scelte politiche e operative operate in questi anni dall'Amministrazione  - afferma il sindaco Leoluca Orlando - con questo provvedimento si innesca un circolo virtuoso, dove la cultura e la prassi dell'accoglienza si trasforma in opportunità di rafforzamento e sviluppo dei servizi alla persona, in una ottica di circolarità della solidarietà e del riconoscimento dei diritti". 

"A beneficiare direttamente di questo meccanismo - afferma Giuseppe Mattina - sono cittadini, bambini e bambine di tutte le comunità che vivono a Palermo e che appartengono a categorie socialmente fragili, ma a beneficiarne indirettamente è tutta la collettività, che sviluppa una cultura di comunità collaborante, educativa e solidale".

Si è invece concluso lo scorso 13 luglio l'iter amministrativo e finanziario relativo al pagamento del contributo economico in favore delle famiglie e delle persone che accolgono minori in affidamento familiare, per le quali sono stati emessi i pagamenti relativi al 2016, per un importo complessivo di circa 530 mila euro. Si tratta in totale di 229 persone, affidatarie di bambini e bambine le cui famiglie attraversano temporanee difficoltà tali da non garantire i necessari interventi nei confronti del figlio/a. Questa forma di affido temporaneo, avviato a Palermo da oltre 20 anni e normato da un apposito Regolamento comunale, prevede un sostegno e un accompagnamento per le famiglie affidatarie, oltre l'erogazione di contributi economici.

"Si tratta di un servizio di eccellenza - spiegano Orlando e Mattina - nell'ambito delle politiche comunali per l'infanzia e l'adolescenza, a sostegno delle famiglie in difficoltà e costituisce una importante e valida alternativa all'eventuale ricovero in istituto o comunità dei minori. L'amministrazione comunale, consapevole dell'importanza di questo servizio, continua a lavorare per migliorare le condizioni normative e finanziarie al fine di poter sviluppare sia la sensibilizzazione sociale nei confronti dell'affidamento familiare, sia per impinguare la capacità economica per sostenere un numero sempre maggiore di affidamenti di minori. Tale necessità viene resa ancora più urgente anche alla luce dell' accoglienza che il Comune è chiamato ad operare nei confronti dei minori stranieri non accompagnati, di cui è anche tutore responsabile della loro crescita psico-fisica, educativa e sociale. In questa direzione si muove il percorso per la formazione di tutori volontari, che entrano a far parte dell'ambito più ampio di coloro i quali si propongono per la cura di bambini/e, ragazzi e ragazze provenienti da altre famiglie, in questo caso da altri paesi e culture".

Nelle prossime settimane l'amministrazione, anche grazie alle somme derivanti dal contributo nazionale legato all'accoglienza di persone richiedenti protezione internazionale, avvierà dei progetti per l'ulteriore potenziamento e diffusione dell'affido familiare, "la cui grande valenza - concludono Orlando e Mattina - va oltre la vita dei singoli minori e delle singole famiglie coinvolte, con una forte incidenza sulla cultura di comunità nell'ottica educativa, solidale e di collaborazione: una delle azioni più importanti per la crescita sociale mirata, soprattutto, al benessere dell'infanzia e dell'adolescenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, 340 mila euro per minori in affido e assistenza ai disabili

PalermoToday è in caricamento