menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune, eletti i revisori dei conti per "Manifesta 12": Stancampiano presidente

Si tratta dell'organismo che gestirà una rassegna d'arte che si terrà in città nel 2018. I revisori rimarranno in carica nel triennio 2016-2018

Il Consiglio comunale ha eletto il collegio dei revisori dei conti della Fondazione "Manifesta 12", organismo che gestirà la rassegna di arte contemporanea che si terrà in città nel 2018. Gli eletti sono: Roberto Stancampiano (18 voti), che sarà il presidente, in quota Mov 139; Epifanio Arcana (13 voti), espressione del centrodestra; Rita Bilello (9 voti) proposta dal Pd. Altri 5 voti sono stati presi da Lidia Noto, in quota Sicilia Democratica e Comitati Civici, che però non è stata eletta. In totale hanno votato 47 consiglieri, due le schede bianche.

I revisori rimarranno in carica nel triennio 2016-2018 e percepiranno un compenso annuo di 23.868 euro il presidente e 15.912 euro cadauno gli altri due componenti.

LE REAZIONI
Salvo Alotta (Pd) -
"Oggi il consiglio comunale di Palermo ha eletto i revisori dei Conti della fondazione che organizzerà Manifesta 2018 nella nostra città. Ho votato contro il prelievo dell’atto perché ritengo che l’iter che ha portato all’istituzione della fondazione abbia mortificato la dignità del Consiglio comunale e le sue prerogative, con un atto di arroganza politica senza precedenti da parte del sindaco. Alla fine del 2014 l’Aula ha dato il via libera al progetto obbligando però l’amministrazione a tornare in consiglio prima della creazione della fondazione, cosa che invece non è avvenuta: oggi come allora manifesto tutta la mia contrarietà non alla manifestazione, ma a un certo modo di fare politica che calpesta il diritto dei cittadini di controllare l’operato dell’amministrazione".

Occhipinti e La Corte - “Gli accordi sottobanco e le spartizioni non ci sono mai piaciuti, per questo in occasione dell’elezione da parte del consiglio comunale di Palermo dei revisori dei conti per Manifesta 2018, tenutasi questa mattina, abbiamo avanzato la candidatura di Lidia Noto: una proposta fuori dagli accordi fra partiti, una giovane professionista, brava e competente, che sarebbe stata un ottimo revisore dei conti. Purtroppo siamo alle solite: anziché guardare alle competenze ci si divide le poltrone per appartenenza grazie a una finta opposizione, nulla togliendo a chi è stato eletto. E’ ora di cambiare certi meccanismi: i revisori dei conti degli enti pubblici andrebbero indicati direttamente dalla Corte dei Conti, piuttosto che dalla politica. Basta con gli inciuci, si dia spazio alle competenze”. Lo affermano il capogruppo di Comitati civici Filippo Occhipinti e il consigliere comunale di Leva democratica Orazio La Corte.

Tantillo (Fi) -L'Aula ha votato secondo l'accordo tra i gruppi consiliari. Ognuno ha votato il proprio candidato e quello del centrodestra era Arcana, senza defezioni. Auguriamo a tutti un buon lavoro”. Lo dice il capogruppo di Forza Italia, Giulio Tantillo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento