Politica

Falcone, Consiglio comunale: "Palermo è nemica di mafia e corruzione"

Approvato da Sala delle Lapidi un documento in cui si ribadisce l'impegno dell'amministrazione contro ogni forma di illegalità

Giovanni Falcone

"Il Consiglio comunale di Palermo, riunito in data 23 maggio 2018, presso Sala delle Lapidi, in occasione del ventiseiesimo anniversario della strage mafiosa di Capaci, ritiene fondamentale rinnovare la memoria al fine di praticare quotidianamente l’impegno per la legalità e per la giustizia". E' quanto si legge nel documento approvato oggi da Sala delle Lapidi. 

"L’uccisione di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani sono una ferita indelebile alla città e al Paese. La lotta alla mafia - si legge ancora - deve caratterizzare l’impegno politico, istituzionale, sociale, culturale ed educativo e, dentro questa grande battaglia di civiltà, è necessario promuovere azioni quotidiane che contribuiscano a identificare la città di Palermo, la sua amministrazione e il Consiglio comunale come un’irriducibile nemica della mafia, della corruzione e del malaffare. Oggi la lotta alla criminalità organizzata è ancora una priorità: le mafie hanno cambiato pelle, individuato nuovi interessi, ricostruito una presenza su scala nazionale ed internazionale e per questa ragione l’azione antimafia delle istituzioni non può e non deve arretrare. Con questo spirito il Consiglio comunale di Palermo intende ricordare la strage di Capaci ed esprime il proprio cordoglio a tutti i familiari delle troppe vittime che hanno caratterizzato la storia della nostra città".

"Per sempre Falcone": Palermo si ferma per ricordare le vittime delle stragi 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falcone, Consiglio comunale: "Palermo è nemica di mafia e corruzione"

PalermoToday è in caricamento