rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Asili, fognature e un nuovo forno crematorio: approvato l'elenco delle opere 2017

La giunta comunale ha dato l'ok al documento, previsti interventi per 72 milioni di euro. L'elenco si inserisce nel Programma triennale delle opere pubbliche da oltre 1,3 miliardi

Manutenzione negli asili nido di tutte e otto le circoscrizioni (5.058.413,98 euro), messa in sicurezza dello Spasimo (775.800 euro, nella foto in basso, completamento delle fognature a monte del canale di Boccadifalco e del canale del maltempo (7,2 milioni), nuovo forno crematorio al cimitero dei Rotoli (2.750.000 euro) e altro ancora. Sono solo alcune delle opere contenute nell’elenco annuale 2017 approvato dalla giunta comunale e inserito nel prossimo Programma triennale delle opere pubbliche, che prevede 331 interventi per un impiego complessivo di risorse pari a poco più di 1 miliardo e 223 milioni di euro.

L’elenco annuale contiene tutte le opere munite di progettazione esecutiva e di finanziamento che saranno appaltate entro il dicembre 2017. La spesa complessiva, distribuita per fonti di finanziamento, è di 72 milioni e 334 mila euro. Tra queste anche gli interventi alla scuola “Franchetti” e del plesso scolastico Whitaker-Pascoli, la riqualificazione dei punti luce, il restauro delle facciate del Politeama e il completamento dell’impianto antincendio del Teatro Massimo. "La lettura delle opere contenute nell'elenco annuale conferma, ancora una volta in modo chiaro, l'indirizzo dell'Amministrazione comunale - hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla riqualificazione urbana e alle infrastrutture, Emilio Arcuri - verso interventi finalizzati alla tutela del territorio, al potenziamento e miglioramento dei servizi pubblici ed alla riqualificazione urbana”.

spasimo-5Le opere previste sono inserite in quel progetto di crescita della città che prevede nei prossimi anni - si legge nella nota del Comune - un impiego di risorse finanziarie certe di oltre un miliardo di euro, costituiti in gran parte dal Patto per Palermo, dal Pon Metro e dal Programma di riqualificazione urbana delle periferie, finanziato dal Cipe il 3 marzo scorso. “Il piano approvato conferma con gli interventi programmati per il miglioramento della qualità di vita dei cittadini, che Palermo - concludono Orlando e Arcuri  è concretamente in cammino per accrescere la propria attrattività e affermarsi come grande città e punto di riferimento internazionale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili, fognature e un nuovo forno crematorio: approvato l'elenco delle opere 2017

PalermoToday è in caricamento