"Meno burocrazia nei contratti per lavori pubblici", appello Ance alla nuova Giunta comunale

Il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi si rivolge al sindaco Leoluca Orlando e ai suoi assessori suggerendo la creazione di una delega ad hoc: "Bisogna dare un rilancio a servizi basilari come quello delle manutenzioni"

“C’è una questione che, a nostro avviso, è necessario affrontare con urgenza ed è quella dei contratti. Per snellire tempi e procedure sarebbe auspicabile che quella ai contratti per lavori pubblici, manutenzioni, servizi, fosse una delega a parte, affidata ad un solo assessore per essere trattata con l’attenzione che merita". Lo dice, all’indomani della nomina dei nuovi assessori nella Giunta comunale, il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi. 

"Aspettavamo questo rimpasto come un passaggio importante per dare un nuovo impulso al lavoro di questa amministrazione comunale - aggiunge il rappresentante dei costruttori - . Siamo convinti che al suo interno ci siano professionalità valide e a loro auguriamo buon lavoro ma ci sono un paio di punti che ci preme evidenziare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comune, Orlando allarga la Giunta

Secondo Miconi: "Non è accettabile che in casi come ad esempio quello della ristrutturazione del Palazzo di Città, sia necessario un anno e mezzo di tempo per scorrere la graduatoria delle ditte in regola con i requisiti per aggiudicarsi l’appalto. I contratti sono un punto fondamentale all’interno di tutta la procedura degli appalti e spesso è lì che la macchina si ferma. Inoltre – conclude il presidente Miconi – torniamo a sollecitare la formazione di un tavolo tecnico dal quale fare scaturire un nuovo 'Patto Etico e di sviluppo per Palermo'. La nostra idea, lo ribadiamo, è che bisogna dare un rilancio a servizi basilari come quello delle manutenzioni. Ogni giorno facciamo i conti con strade dissestate, marciapiedi inesistenti, buche pericolose, perché la ex municipalizzata che dovrebbe occuparsene non è più in grado di farlo. Ciò che chiediamo al sindaco Orlando, allora, è di affidare queste manutenzioni con accordi quadro alle imprese qualificate che possano così intervenire quartiere per quartiere. Noi rivendichiamo un ruolo attivo per l’imprenditoria privata sana e competente, piuttosto che provare a fare tutto in house con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Questo 'Patto' - conclude Miconi - avrebbe una valenza  duplice perché ci consentirebbe di risolvere problemi che nessuno, al momento, tra le forze del Comune è in grado di fronteggiare e di rilanciare il settore edile attraverso un piano serio di manutenzioni”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento