rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Fratelli d'Italia vuole la sfiducia a Orlando e pressa il centrodestra: Lega e Forza Italia tentennano

Il deputato Carolina Varchi: "Chi non la firma sarà definitivamente complice dei disastri di questa amministrazione e i palermitani ne terranno conto alle prossime elezioni, basta con la finta opposizione". Gli alleati però sarebbero tutt'altro che convinti di portare in Aula la mozione contro il sindaco

"Chi non sottoscriverà la mozione di sfiducia a Orlando sarà definitivamente complice dei disastri di questa amministrazione e i palermitani ne terranno conto al momento delle elezioni comunali".

Carolina Varchi, deputata nazionale di Fratelli d'Italia, non usa mezze misure e ripropone la sfiducia al sindaco dopo l'inchiesta che vede Orlando indagato dai magistrati - assieme ad altri 23 fra ex assessori, burocrati e revisori del Comune - con l'accusa di falso materiale in atto pubblico, perché avrebbe alterato i numeri delle entrate e delle uscite inserite nei bilanci degli anni 2016, 2017, 2018 e 2019. 

"Intervengo solo oggi perché speravo che il sindaco avesse un sussulto d’orgoglio e lasciasse il timone della nave che sta portando alla deriva. E invece resta solo la pervicacia di chi non si arrende, nemmeno di fronte ad un dissesto ormai conclamato che ipoteca il futuro dei palermitani per un decennio almeno. Già in passato Fratelli d’Italia ha depositato la mozione di sfiducia ma senza la convergenza delle altre forze politiche sono mancate le firme necessarie". Un appello rivolto principalmente agli alleati di centrodestra, visto che sia la Lega sia Forza Italia tentennano. Al netto di alcuni esponenti del Carroccio, non tutto il gruppo, non vi è ancora chiarezza sulla volontà o meno di sfiduciare Orlando. Anzi, in base a quanto trapela, entrambi i partiti sarebbero tutt'altro che convinti.  

Lo stesso Matteo Salvini, oggi a Palermo, non ha voluto commentare l'indagine della Procura sui conti del Comune e su Orlando si è limitato a dire "dobbiamo batterlo alle urne"; lasciando così intendere di non voler anticipare le elezioni rispetto alla naturale scadenza della sindacatura. Di più: Salvini si è impegnato a reperire a Roma fondi per tamponare l'emergenza ai Rotoli e ha giudicato positivamente l'operato "negli ultimi mesi" dell'assessore orlandiano Toni Sala. 

Da Fratelli d'Italia però arriva un messaggio forte e chiaro agli alleati: "Basta con la finta opposizione che è stata la migliore stampella per questa sgangherata maggioranza - avverte Carolina Varchi - adesso non ci sono più alibi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia vuole la sfiducia a Orlando e pressa il centrodestra: Lega e Forza Italia tentennano

PalermoToday è in caricamento