menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giusto Catania

Giusto Catania

Comune, il saluto amaro dell'ex assessore Catania: "Ho lavorato con massimo impegno..."

Mentre Leoluca Orlando si insedia per la quinta volta alla guida di Palermo, decadono le deleghe della Giunta. L'orientamento sembra essere quello di varare un nuovo esecutivo senza politici. Giusto Catania (Sinistra Comune) potrebbe quindi non essere riconfermato

Un cammino che inizia (nuovamente) e uno che si conclude (forse). Mentre Leoluca Orlando si insedia per la quinta volta alla guida del Comune di Palermo, decadono le deleghe della Giunta precedente. E per gli uscenti non sembra titare una buona aria, perchè l'orientamento del Professore sembra essere quello di una squadra senza politici. Tra questi Giusto Catania, che aveva la delega alla Mobilità e che oggi affida a Facebook una riflessione, che ha il sapore amaro dello sfogo: "Ho realizzato cose importanti (sperando che non vengano smantellate!".

LEGGI ANCHE: ORLANDO PROCLAMATO SINDACO PER LA QUINTA VOLTA, VERSO UNA GIUNTA SENZA POLITICI

"Oggi #LeolucaOrlando sarà proclamato sindaco della città di #Palermo - scrive sulla sua bacheca Facebook - e  io formalmente smetterò di fare l’assessore. In attesa che vengano determinati gli assetti della futura Giunta, è il momento di fare un bilancio consuntivo di questi ultimi entusiasmanti cinque anni". GUARDA IL VIDEO DELLA PROCLAMAZIONE DI ORLANDO

Catania, che è forte del seggio in Consiglio grazie alle 1547 preferenze ottenute, sottolinea di avere "dato, col massimo dell'impegno e della passione, il mio contributo al cambio culturale e alla trasformazione della città; ho realizzato cose importanti (sperando che non vengano smantellate!) e ho un solo grande rimpianto: la mancata dismissione del campo rom. Lo avevo promesso alla mia amica Fatima e, anche per questa ragione, continuerò a provarci…".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento