Assunzioni nelle aziende partecipate, Cisal: "Si sblocca la mobilità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“I palermitani meritano servizi efficienti e società partecipate in grado di funzionare: la delibera della giunta Orlando che sblocca la mobilità fra le aziende consentirà non solo di avere più autobus in strada e una città più pulita, ma anche di rispondere alle legittime richieste del personale Reset”. Lo dicono Gianluca Colombino, segretario provinciale Cisal Palermo, e Giuseppe Badagliacca, segretario provinciale Fiadel Cisal, commentando l’approvazione della delibera della giunta comunale di Palermo che ha dato il via libera ai piani triennali (2019-2021) del fabbisogno delle società partecipate Amat, Amap, Amg e Rap. “Si tratta di un processo atteso da anni – dicono Colombino e Badagliacca - Siamo soddisfatti soprattutto della precedenza accordata alla mobilità tra società che lenisce le problematiche della Reset, così come chiedevamo da tempo: si tratta in questo caso di personale in sofferenza e con salari bassissimi a cui va data l'opportunità di uno stipendio non umiliante, nell'ambito di una società che ad oggi non rispetta il contratto. Rap ha bisogno di forze fresche che consentano di migliorare i servizi, così come Amat di autisti per garantire le corse di autobus e tram”. La delibera consentirà alle aziende di colmare i vuoti in organico con la mobilità e, in seconda istanza, con i concorsi pubblici: Amap effettuerà 20 assunzioni, Amat 121, Amg 27 e Rap 152. Diversi i profili previsti. “L'obiettivo di tutti deve essere quello di offrire servizi efficienti alla città razionalizzando la spesa in un momento difficile come questo – concludono i sindacalisti - Auspichiamo che l’incontro con l’amministrazione comunale, fissato per sabato 9 novembre, consenta di approfondire l’intero progetto”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento