rotate-mobile
Comune

Primo atto della Giunta Lagalla, nuovi loculi e riparazione del forno crematorio ai Rotoli

Approvato un progetto, finanziato con fondi statali, che punta a recuperare da 745 a 825 sepolture e a riattivare l'impianto guasto. Il sindaco: "Emergenza cimiteri una delle peggiori ferite di questa città". Sul fronte sicurezza, associazioni di volontari affiancheranno i vigili. Ponte Corleone, sbloccati i lavori

La Giunta Lagalla prende di petto l'emergenza cimitero, approvando il progetto che prevede la riparazione del forno crematorio esistente (guasto da tempo immemore), la collocazione di nuovi loculi ipogei e la manutenzione delle cappelle gentilizie: si tratta di lavori, finanziati con fondi dello Stato (frutto dell'emendamento presentato nel dicembre scorso al Senato dalla Lega), attraverso i quali si potranno recuperare da un minimo di 320 a un massimo di 400 sepolture. 

I lavori previsti ai Rotoli

Questi loculi si aggiungono ai 425 già acquistati dal Comune, che verranno posizionati già la prossima settimana. Insomma, finalmente ai Rotoli faranno capolino gli operai della ditta che si è aggiudicata la gara d'appalto. L'obiettivo è ridurre le oltre mille salme insepolte che si trovano nei vari depositi allestiti nel camposanto. Con il progetto approvato oggi, primo atto ufficiale della Giunta Lagalla, i nuovi posti per le sepolture dovrebbero oscillare tra i 745 e gli 825. Non essendoci però un cronoprogramma bisognerà appurare se effettivamente diminuirà il numero dei feretri in deposito. La morte infatti, a differenza del romanzo di José Saramago, non conosce intermittenze.

Motivo per cui si dovrà correre. Dei 2 milioni assegnati dallo Stato al Comune ne verranno ultilizzati 1,650. I restanti 350 mila euro verranno impiegati per le opere di allaccio della fognatura al nuovo forno crematorio, la cui realizzazione è in fase di approvazione. 

Lagalla: "Cimiteri al centro del mio impegno"

"Fin dal giorno dell'insediamento - ha affermato il sindaco Roberto Lagalla - l’emergenza al cimitero dei Rotoli è stata al centro del mio impegno da sindaco. Non è un caso, dunque, che la prima delibera di giunta abbia riguardato una delle peggiori ferite di sempre per questa città. Il quadro che ci siamo trovati davanti è drammatico e l’unica soluzione è stata quella di lavorare nell’ultimo mese, giorno e notte, per trovare soluzioni. Finalmente la settimana prossima si partirà con i lavori, per iniziare a dare risposte concrete ai familiari di quei cari deceduti e per troppo tempo rimasti ammassati nel deposito dei Rotoli e alla città che guarda con sgomento a questa vicenda". 

Dalla modifica delle sepolture gentilizie di tipologia A e B (concesse e realizzate tra il 2009 e il 2020), a disposizione del Comune, passando per la collocazione dei loculi ipogei in sostituzione delle fosse perenni, fino agli interventi nelle cappelle acquisite al patrimonio comunale per incuria dei concessionari e per altre violazioni del regolamento cimiteriale, l'amministrazione conta di smontare le tensostrutture provvisorie che ospitano la maggior parte delle salme attualmente in attesa di sepoltura. 

Nell’ambito del finanziamento, inoltre, è prevista la piantumazione di 80 alberi di cipresso, il censimento e il controllo dei manufatti cimiteriali, la rilevazione del numero di posti occupati, rilievi topografici, virtual tour del cimitero, la raccolta, la digitalizzazione e l'archiviazione di dati principali per la gestione delle sepolture.   

"Con questo progetto diamo un primo segnale operativo all’emergenza dei cimiteri. Le attività deliberate in Giunta rispondono al carattere di urgenza che serve in questo momento per iniziare a liberare un deposito di bare al cimitero dei Rotoli che oggi conta circa 1.300 salme. Questo sarà il primo di una serie di passi per restituire dignità a questo luogo sacro", ha dichiarato l’assessore ai Servizi cimiteriali Totò Orlando.

Sicurezza urbana, convenzione tra vigili e volontari

Nel corso della riunione di oggi, durata circa 5 ore, la Giunta ha approvato altri provvedimenti. Tra questi c'è un indirizzo per la stipula di convenzioni, a titolo gratuito, tra la polizia municipale e le associazioni di volontariato del territorio a supporto della sicurezza urbana. "Nei prossimi giorni - ha spiegato il sindaco - con il prefetto, l’assessore Maurizio Carta e il comandante dei vigili Amato attiveremo un gruppo di lavoro per definiee in maniera accurata le funzioni dei volontari nella più adeguata catena di comando e controllo, in modo da poter potenziare il presidio dello spazio pubblico e la sorveglianza delle regole e dei comportamenti a beneficio di tutta la cittadinanza. A seguito della precisazione delle funzioni sarà emanato un avviso pubblico per la selezione dei volontari interessati".

L'assessore Carta ha aggiunto che la rete di volontari che verrà selezionata "darà certamente un contributo significativo alla salvaguardia dell’arredo urbano, delle aree verdi, dei parchi cittadini e, soprattutto, alla promozione dell’educazione alla convivenza civile".

Ponte Corleone, sbloccati i lavori

Nel giro di due o tre settimane dovrebbero partire anche i lavori di consolidamento del ponte Corleone su viale Regione Siciliana. Un'altra delibera, sempre a firma dell'assessore Totò Orlando, sblocca i lavori e il completamento delle progettazione sulla vecchia infrastruttura ma anche sul raddoppio per circa 10 milioni di euro. E' questo il frutto della convenzione tra il Comune, la Città metropolitana e il commissario straordinario Matteo Castiglioni, al quale vengono trasferite le somme necessarie all'esecuzione del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo atto della Giunta Lagalla, nuovi loculi e riparazione del forno crematorio ai Rotoli

PalermoToday è in caricamento