Crisi al Comune, Figuccia: "Orlando come la bella addormentata nel bosco si sveglia ora?"

La consigliera comunale della Lega interviene sui rapporti del sindaco con la sinistra, che si sono incrinati dopo il voto sul bilancio. "Dopo 30 anni l'idillio è finito?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Orlando sembra volersi svegliare proprio come la bella addormentata nel bosco,  peccato che il suo sonno sia durato troppo a lungo. E al suo risveglio si domanda 'chi sono io?' Beh, se avesse qualche vuoto di memoria, non si sa mai vista l'età, basta poco per ricordargli la sua storia".

Ad affermarlo Sabrina Figuccia, consigliere comunale della Lega, che prosegue: "Dal 1990 ad oggi non ha mosso un solo passo senza i suoi amici di sinistra, dalla fondazione della rete, con tutti gli extraparlamentari del tempo, passando per il matrimonio con Antonio Di Pietro, fino ad arrivare al suo ultimo progetto pseudo civico, sempre a braccetto con i suoi compagnucci di Rifondazione comunista prima e Sinistra Comune dopo. Ma che succede adesso? Forse dopo 30 anni l'idillio è finito? O forse il Professore sta virando verso altri lidi più fruttuosi? Di certo a farne le spese pare siano sono gli sciocchi servitori di cui si è cicondato per oltre trent'anni".

Torna su
PalermoToday è in caricamento