menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luciano Abbonato

Luciano Abbonato

Comune, Abbonato si dimette da assessore al Bilancio

Collaboratore storico del sindaco Orlando, era subentrato all'ex generale della Guardia di finanza Ugo Marchetti nel ferragosto del 2012 ereditandone la delega. Adesso è destinato alla Corte dei Conti

L'assessore comunale al Bilancio, Luciano Abbonato, lascia la Giunta. La notizia - anticipata già due mesi - è adesso ufficiale. Abbonato è destinato a diventare componente della sezione regionale di controllo della Corte dei Conti. Carica per la quale è stato proposto su indicazione dell'Anci Sicilia e dell'Unione regionale province siciliane. Designazione fatta propria dal presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone, che l'ha trasmessa a Palazzo Chigi. Che a sua volta la trasmetterà alla Corte dei conti nazionale. Solo dopo il via libera di quest'ultimo organo, arriverà il decreto di nomina del presidente della Repubblica.

Abbonato si è dimesso ieri. Stamattina infatti nel corso dell'audizione del Comune di Palermo (sul consuntivo 2015) proprio alla Corte dei conti, l'ormai ex assessore al Bilancio non c'era. Era presente il sindaco Leoluca Orlando, che ha comunicato ufficialmente le dimissioni di Abbonato.  Collaboratore storico del sindaco Orlando, Abbonato era entrato nella Giunta Orlando dopo le dimissioni dell'ex generale della Guardia di finanza Ugo Marchetti nel ferragosto del 2012. Ereditando così la delega al Bilancio. La sua esperienza in Giunta finisce dopo quattro anni in cui ha contribuito, tra le altre cose, a mettere in sicurezza i conti del Comune e a gestire il passaggio dei 1.700 lavoratori di Gesip nella nuova società consortile Reset.

“A nome mio personale e di tutta la Giunta Comunale - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - desidero ringraziare Luciano Abbonato per la passione, la grande competenza e la riconosciuta professionalità con cui ha svolto in questi anni il non facile compito di assessore al Bilancio. Oggi Palermo si è lasciata alle spalle il rischio del default superando il fallimento delle aziende partecipate fatto di conti dissestati, spese senza controllo e disallineamenti. Abbiamo avviato, da agosto del 2012, un percorso di risanamento, riordino e trasparenza dei conti che pone la nostra città su scala regionale e nazionale come un modello positivo di gestione dei conti e delle risorse. Tutto questo, reso possibile anche con atti, bilanci e regolamenti approvati dal Consiglio comunale, è ancora più significativo perché avvenuto in un quadro di continui tagli ai trasferimenti da parte dei governi nazionale e regionale e di continue e talora confuse modifiche legislative. Nonostante tali tagli, oggi Palermo, anche grazie alla sua rinnovata capacità di progettare attraendo nuove risorse e investimenti, è in grado di affrontare e superare le pesanti criticità del passato con progetti di sviluppo e opere adeguate  a una grande città e ai diritti dei cittadini. In questo percorso molto si deve, con la nostra gratitudine, a Luciano Abbonato”.

Il diretto interessato al momento non rilascia dichiarazioni e affida ad una lettera il ringraziamento nei confronti dell'intera amministrazione e del personale per giorni "vissuti come un dono e un privilegio". Nei prossimi giorni si attende la nomina del successore di Abbonato. Frattanto il sindaco Orlando ha assunto ad interim le deleghe del Bilancio, dei Tributi e del Patrimonio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento