menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

M5S, si scaldano i motori: ecco i 5 in pole position per la poltrona di sindaco

Manca poco alle votazioni online sulla piattaforma Rousseau per le "comunarie" del Movimento. I candidati sono 122. Nonostante il divieto di parlare con la stampa, abbiamo provato a tracciare il profilo dei "favoriti"

Non sono affatto sconosciuti e nemmeno sprovveduti. La politica però finora l'hanno vissuta al massimo da dietro le quinte, se non proprio in modo distaccato. Stiamo parlando dei cinque candidati del Movimento Cinque Stelle che sulla carta (e secondo i rumors raccolti) sono in pole position nella corsa a sindaco di Palermo. Tutti hanno avuto la "consegna dei silenzio": abbiamo provato quindi noi a tracciare i loro profili.

Adriano Varrica (34 anni), politicamente parlando, è "cresciuto" con Sonia Alfano: dal 2010 all'ottobre del 2013 è stato il responsabile dell'attività parlamentare a Bruxelles della figlia del giornalista barcellonese ucciso dalla mafia. Ultimati i lavori della commissione antimafia europea, presieduta dalla stessa Alfano, ha rassegnato le sue dimissioni. Oggi è uno dei componenti dello staff di un altro deputato europeo: il pentastellato Ignazio Corrao. Dall'aprile 2014 è anche consulente parlamentare della deputata nazionale Claudia Mannino. Laureato in Economia e gestione del territorio e del turismo, Varrica ha nel suo curriculum tra le altre cose anche un'esperienza professionale presso il Parco archeologico Valle dei Templi. Fondatore del meet-up "Il Grillo di Palermo" (dicembre 2007), Varrica ha accumulato una discreta preparazione tecnica a supporto di politici e si è convinto a fare il "grande passo".

Adriano Varrica-2La sua attività di ricerca nell'ambito del management pubblico ha ottenuto riconoscimenti a livello nazionale: Premio Mumex del MIBAC e del Ministero Sviluppo Economico. Promotore di iniziative sul territorio in questa fase di campagna elettorale, parla (sul web) già da candidato e non risparmia frecciate ai potenziali rivali. Ecco cosa ha scritto il 22 luglio scorso sul suo profilo Facebook a proposito della candidatura di Fabrizio Ferrandelli: "Il motto di Ferrandelli 'Ci provo io' è emblematico: un altro che pensa di avere le soluzioni in mano, di essere la svolta della politica. A parte che al più 'ci riprovi' visto che già ti sei candidato. E il sorriso scappa quando afferma che può incarnare l'esigenza di cambiamento che si cerca nel Movimento 5 Stelle. A meno che il cambiamento non sia il mettere insieme politicanti di destra e sinistra e dire di sì a tutti (anche se hanno richieste antitetiche)...".

igor gelarda candidato sindaco-2Igor Gelarda (42 anni) di professione fa il poliziotto ed è dirigente della Consap, sindacato autonomo di polizia. Considerato un outsider, non fa parte del cosiddetto gruppo storico palermitano del M5S. Laureato in Storia, ha conseguito un dottorato di ricerca sulla Sicilia antica (tiene un blog sulla "Palermo che fu" su PalermoToday). Sebbene da dirigente sindacale sia più volte intervenuto con denunce sulla mancanza di sicurezza in città, Gelarda ha rivolto la sua attività anche al sociale prendendo parte a progetti con disabili e bambini. Quando il Movimento 5 Stelle ha deciso di presentarsi come forza di governo, il poliziotto-sindacalista ha contribuito con i suoi post sul blog di Grillo ad una sorta di "riappacificazione" con le forze dell'ordine. Ai post sono seguite iniziative in collaborazione anche col vicepresidente della Camera, Di Maio, con cui ha avuto modo di creare un sodalizio. Ospite assiduo del blog, vanta la plubblicazione di una trentina di "pezzi" che spaziano dai temi della sicurezza, a quelli della legalità. Di recente ha intervistato Giuseppe Costanza, l'autista della scorta di Giovanni Falcone sopravvissuto alla strage di Capaci. L'intervista è stata pubblicata sul blog di Grillo. Per la Casaleggio&associati ha scritto un libro sulla polizia militare europea (Eurogendfor), con prefazione di Luigi Di Maio. 

Daniela Tomasino-2Daniela Tomasino (45 anni), storica attivista del movimento Lgtb e consigliera nazionale di Arcigay, ha negli anni accumulato esperienze in svariati ambiti collegati soprattutto al mondo della formazione professionale. Si è occupata di progetti rivolti ai giovani, ai migranti, ai minori a rischio (con l'Arciragazzi), ma anche di marketing e turismo. Ha collaborato con Italia Lavoro Sicilia, l'Agenzia provinciale per l'energia e l'ambiente e diversi enti pubblici (come l'Universtità di Palermo e il Cnr), cooperative o associzioni come Ial Sicilia, Eureka, Progetto Giovani, Istituto Ferdinando Santi. Fa inoltre parte del comitato Croce Rossa di Palermo. Nel suo curriculum figura un master in Relazioni interculturali, turismo, cultura e sviluppo conseguito all'Università di Parigi III - Sorbonne Nouvelle. Non è stata finora un'attivista in senso stretto del Movimento Cinque Stelle, realtà con cui si è "incrociata" in occasione della stesura di un disegno di legge contro l'omofobia. Contattata inizialmente dal gruppo parlamentare dell'Ars per scrivere appunto il testo della norma, in seguito approvata con vari emendamenti e l'integrazione di una parte riguardante le unioni civili. Da qui la Tomasino ha iniziato a gravitare nell'orbita dei grillini, con cui ha partecipato a diverse iniziative prima di decidere di partecipare alle Comunarie.

Ugo Forello-2Salvatore Ugo Forello (40 anni) è un giovane avvocato, tra i fondatori di Addiopizzo. E' co-titolare dello studio legale associato "Palermo Legal", specializzato nel supporto a cittadini e imprese in crisi o vittime di reati. Esperto di diritto civile e amministrativo, con particolare riferimento a gare e appalti pubblici, Forello ha maturato particolari competenze anche nel diritto dei tributi locali. Tanto che collabora con aziende attive nell'ambito dell'accertamento e della riscossione dei tributi per conto dei Comuni. Dallo scorso anno non è più tra i soci di Addiopizzo. Al Movimento Cinque Stelle è iscritto da più di due anni. Assieme a lui altri storici fondatori del comitato anti-racket hanno intrapreso l'avventura con i grillini. Da attivista del Movimento sta collaborando a due tavoli tecnici: uno sui beni comuni e i fondi europei; l'altro sulla trasparenza nella pubblica amministrazione e la lotta alla corruzione.

William Anselmo-2William Anselmo (36 anni), giornalista pubblicista, è direttore del quotidiano sportivo Mediagol. Con la sua azienda, la Mediaeditors, si occupa anche di uffici stampa e campagne di comunicazione. Molto attivo sui social network, prima da simpatizzante grillino ed ora da attivista, si è proposto mettendo a disposizione del Movimento le capacità manageriali acquisite nella sua attività di imprenditore e giornalista. Fondatore dell'Aigol (Associazione italiana giornali on line), Anselmo è anche consigliere provinciale dell'Ussi, gruppo di specializzazione della stampa sportiva in seno al sindacato dei giornalisti. Iscritto da un paio d'anni al Movimento Cinque Stelle, fa parte del meetup "Il Grillo di Palermo". 

A breve tutti i 122 candidati alle "comunarie" riceveranno una mail in cui verrà confermata o meno la partecipazione (dopo le opportune verifiche effettuate dal Movimento) alla votazione online sulla piattaforma Rousseau. Dopodiché avranno tre giorni di tempo per caricare sul sistema informatico il loro curriculum e un video di presentazione. Conclusa questa fase si passerà alla votazione online vera e propria (2.500 circa gli aventi diritto al voto) attraverso la quale i 40 candidati più votati saranno reclutati per la composizione della lista da presentare alle Amministrative. I primi cinque (o dieci, come Roma) in graduatoria si sottoporranno a un'ulteriore votazione per la scelta del candidato sindaco

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento