Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Classifica sul gradimento dei governatori: penultimo il presidente della Sicilia Renato Schifani

Il sondaggio, promosso da Swg, vede un brutto risultato per l'Isola. Peggiore solo il dato della Sardegna, con Solinas all'ultimo posto. Primo posto invece per Zaia, al timone del Veneto

Luca Zaia (Lega) governatore del Veneto con il 69 per cento dei consensi è il presidente di regione più gradito secondo un sondaggio Swg effettuato su un campione di 10.899 persone nel periodo marzo-maggio. Tra i meno graditi invece? Renato Schifani, il presidente della Regione Siciliana è penultimo. 

Nel ranking dell'operato dei presidenti di Regione seguono a pari merito con il 64 per cento Stefano Bonaccini (Pd centrosinistra), governatore dell'Emilia Romagna e Massimiliano Fedriga (Lega) del Friuli Venezia Giulia. Con il 49 per cento dei consensi Vincenzo De Luca (Pd Centrosinistra) ottiene il quarto posto. Tra i governatori del Sud c'è al quinto posto Roberto Occhiuto (Forza Italia) presidente della regione Calabria con il 45 per cento dei consensi.

Fanalini di coda Francesco Rocca (Fratelli d'Italia) presidente della regione Lazio con il 30 per cento; Renato Schifani (Forza Italia) governatore della Sicilia con il 26 per cento e ultimo Christian Solinas (centrodestra) presidente della regione Sardegna con il 20 per cento. 

Rispetto al 2022, Zaia ha perso tre punti mantenendo però la prima posizione, mentre Bonaccini di punti ne ha persi 7, mantenendo il secondo posto che deve però dividere con Fedriga che ha confermato il livello di gradimento di 12 mesi fa. Secondo il sondaggio di Swg, Solinas è il governatore che ha perso più consensi (-8 punti) mentre i migliori risultati sono quelli di Bardi (Basilicata), con 6 punti di crescita, ed Emiliano (Puglia) con 3 punti. I cali maggiori, dopo quelli di Solinas e Bonaccini, il sondaggio segnala quello di De Luca (-6) e Toti (-5).

“Schifani penultimo nella classifica dei presidenti di Regione? Mi pare la logica conseguenza, visto che finora non ha fatto nulla”. Lo afferma il capogruppo del M5S all'Ars Antonio De Luca a commento della classifica Swg che relega il presidente della Regione Siciliana al penultimo posto tra i governatori, davanti soltanto al presidente della Sardegna.

"Comunque - continua Antonio De Luca - il centro destra può quasi gioire, dato che c'è chi ha fatto (o meglio non ha fatto) peggio di lui. E, viste le premesse, non era per nulla facile. Speriamo che questo serva a fare  cambiare drasticamente rotta a questo governo delle chiacchiere,  la solenne bocciatura questa volta arriva dai cittadini e non dall'opposizione".

Purtroppo la realtà è sotto gli occhi di tutti - conclude il capogruppo M5S - questo giudizio non ci meraviglia per niente. Proclami a parte sul caro voli (che non hanno prodotto nulla) questo governo non ha fatto niente per i siciliani, se non cercare di affossarli definitivamente con l'ok al progetto di legge sull'autonomia differenziata di Calderoli (già autore del famigerato "Porcellum") che rischia di mettere la pietra tombale sul futuro della Sicilia. È proprio vero che al peggio non c'è mai fine: con Musumeci credevamo di aver toccato il fondo, Schifani ci ricorda che è sempre possibile scavare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Classifica sul gradimento dei governatori: penultimo il presidente della Sicilia Renato Schifani
PalermoToday è in caricamento