rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Città Metropolitana, approvato il bilancio di previsione: "Maggiori risorse per strade e scuole"

L'ammontare delle spese è 467 milioni nel 2023, 344 milioni nel 2024 e 411 milioni nel 2025. Previsti investimenti per un totale di 613 milioni. Lagalla: "Risultato importante conseguito nonostante le difficoltà che hanno complesso il mantenimento di tutti gli equilibri economico-finanziari"

La Conferenza metropolitana dei sindaci, riunita stamattina nella Sala Martorana di Palazzo Comitini, ha approvato il bilancio di previsione 2023-2025 della Città metropolitana.

"Un'approvazione raggiunta con ampio anticipo rispetto al termine stabilito del 31 maggio - ha dichiarato il sindaco metropolitano, Roberto Lagalla - grazie all’attiva collaborazione dei sindaci del territorio provinciale che oggi non hanno fatto mancare la loro presenza ed il loro parere favorevole. Un risultato importante conseguito nonostante il difficile periodo storico che ha inevitabilmente reso complesso il mantenimento di tutti gli equilibri economico-finanziari. Siamo comunque riusciti a rispettare le priorità di questa amministrazione metropolitana, incrementando le risorse destinate al potenziamento infrastrutturale per migliorare la viabilità e alle scuole per garantire la sicurezza e la funzionalità degli edifici. Abbiamo molto lavoro davanti e grazie anche alle opportunità offerte dal Pnrr sono certo che riusciremo a procedere nella giusta direzione, quella di garantire vivibilità e benessere ai cittadini dei Comuni metropolitani".

L'ammontare delle spese previste nel bilancio è di complessivi 467 milioni nel 2023, 344 milioni nel 2024 e 411 milioni di euro nel 2025. La parte più importante del bilancio è rappresentata dagli investimenti pubblici che raggiungono la cifra di 613 milioni di euro; di questi, 262 milioni vanno alle scuole e all'edilizia scolastica, 315 milioni alla viabilità e alla pianificazione del territorio, 24 milioni di euro saranno utilizzati invece per la gestione dei beni mobili e la sicurezza.

Particolare attenzione è poi rivolta alla programmazione dei fondi previsti dal Pnrr: per i Piani urbani integrati 198 milioni di euro; per il potenziamento dell’offerta dei servizi di istruzione 40,5 milioni di euro; per interventi di forestazione urbana, periurbana ed extraurbana 6,2 milioni e per la Strategia nazionale delle aree interne 11,2 milioni di euro.

Al bilancio di previsione 2023 è stato poi applicato una quota di avanzo vincolato che ammonta a 49,5 milioni di euro, utilizzato nel seguente modo: 979.851,03 euro per il finanziamento di spese correnti aventi natura vincolata; 4.206.774,94 euro per il finanziamento di opere afferenti il Pnrr - Piani Urbani Integrati; 25.937.196,56 euro per spese di investimento campo della viabilità e dell'edilizia; €1.330.000,00 per la realizzazione di interventi finanziati da mutuo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città Metropolitana, approvato il bilancio di previsione: "Maggiori risorse per strade e scuole"

PalermoToday è in caricamento