Politica

Bellolampo verso la chiusura, Orlando furioso contro la Regione: "Fa finta di ignorarlo"

La sesta vasca è satura e tra tre giorni scadrà il termine di gestione dell'impianto. Il sindaco chiarisce: "Non ho firmato nessuna ordinanza di proroga. Non posso perché in Sicilia vige uno stato di Commissariamento per l'emergenza rifiuti"

La chiusura della discarica di Bellolampo è sempre più vicina: la sesta vasca è satura e al momento non è stata firmata nessuna ordinanza che ne proroghi l'utilizzo. A chiarire i fatti è il sindaco Leoluca Orlando: "Tra tre giorni scadrà il termine di gestione delle vecchie vasche e del relativo percolato da parte della Rap e la Regione fa finta di ignorarlo". Il primo cittadino spiega inoltre che "in considerazione del fatto che vige in Sicilia attualmente uno stato di Commissariamento per l'emergenza rifiuti relativo all'impiantistica" non può essere il sindaco ad emettere l'ordinanza di proroga.

"Il Comune e la città di Palermo - afferma Orlando - hanno letteralmente subito per anni le ordinanze emesse dalla struttura regionale che hanno permesso a decine di comuni di utilizzare la discarica di Bellolampo, accorciandone la vita. Adesso quella stessa struttura assume un atteggiamento dilatorio col rischio che si inneschino situazioni di crisi. Continua quindi ciò che è avvenuto in questi anni con una evidente ed inaccettabile disattenzione nei confronti dell'unica azienda pubblica regionale dotata di propria discarica a norma, con annessi impianti Tmb e trattamento della frazione umida". Il primo cittadino conclude annunciando una conferenza stampa a Bellolampo nei prossimi giorni "in modo che tutti possano rendersi conto della situazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bellolampo verso la chiusura, Orlando furioso contro la Regione: "Fa finta di ignorarlo"

PalermoToday è in caricamento