menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salta giunto viadotto sulla Palermo-Catania, Musumeci: "Cittadini pagano inerzia azienda di Stato"

Un raccordo metallico è uscito dal suo alloggio ed è stato necessario interrompere la circolazione. Il presidente della Regione su tutte le furie: "Al ministro delle Infrastrutture chiediamo per la Sicilia l’attenzione che merita, al di là dei proclami e delle buone intenzioni"

"A pagare l’inerzia e il menefreghismo dell’Azienda di Stato sono, come sempre, i cittadini, costretti anche adesso ad affrontare disagi che potrebbero prorogarsi nel tempo". Parlare di disappunto è poco, il presidente della Regione Nello Musumeci non nasconde tutta la sua rabbia per la chiusura di un tratto dell'autostrada A19 Palermo-Catania per il danneggiamento di un giunto.

Salta un giunto di un viadotto sulla Palermo-Catania, chiuso un tratto d'autostrada

"La chiusura dell’autostrada Palermo-Catania - dice il governatore, che è più volte è intervenuto sul tema della viabilità - dà, ancora una volta, ragione a noi che da due anni chiediamo un costante monitoraggio dell’importante arteria. Al ministro delle Infrastrutture chiediamo per la Sicilia l’attenzione che l’Isola merita, al di là dei proclami e delle buone intenzioni".

Musumeci, dal suo insediamento, ha più volte strigliato l'Anas. Già nel mese di marzo aveva inviato una lettera all'amministratore delegato Massimo Simonini denunciando proprio le pessime condizioni dell'autostrada Palermo-Catania. "Purtroppo - scriveva il governatore - continuano a pervenire a questa Presidenza continue lamentele per i disagi che gli automobilisti siciliani sono costretti a subire quotidianamente sull'autostrada Catania-Palermo. File chilometriche per i numerosi cantieri dell'Anas, almeno 15, aperti sull'importante arteria viaria che collega le due città più grandi dell'Isola. In alcuni casi lavori che si sarebbero dovuti concludere già a ottobre, vedi interventi sul viadotto Morello, sono al momento in corso. Malgrado le nostre ripetute richieste, infatti, l'Anas non ha ancora proceduto con l'avvio delle manutenzioni in orari serali e notturni, quando c'è un volume di traffico meno intenso e quindi con un minor impatto sull'utenza. Concorderà con me che diventa sempre più insostenibile poter giustificare questi continui disservizi e pertanto reiteriamo la richiesta di una maggiore collaborazione e una condotta da parte della sua azienda improntata a maggiore efficienza e senso di responsabilità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento