Fondi per il centro storico, Varrica: "Stop scongiurato ma ora non c'è un istante da perdere"

Il deputato del M5S ha chiesto un tavolo tecnico con Comune, ministero, Regione e Invitalia: "Ben 90 milioni sono stati inseriti nel Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), nonostante la crisi di governo, ora vanno spesi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Scongiurato lo stop dei fondi per il centro storico. "Ben 90 milioni sono stati inseriti nel Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), nonostante la crisi di governo, ma ora non c'è un istante da perdere". Lo dice in una nota il deputato nazionale del M5S, Adriano Varrica, che sottolinea l’impegno e la preziosa azione della sottosegretaria Laura Orrico".

“Siamo riusciti  il Cis ed a sbloccare queste risorse anche in piena crisi di governo - dichiara Varrica -. Questi fondi sono importantissimi per il capoluogo siciliano ma vanno spese in tempo: a seguito di interlocuzioni con Invitalia, ho quindi chiesto che già nelle prossime settimane venga convocato un primo incontro con Comune, ministero e Regione Siciliana per concordare le modalità di raccordo tra i vari enti per la realizzazione del programma che vedrà Invitalia come soggetto attuatore”.

"Per quel che mi riguarda, la sigla del Cis è solo un primo passaggio di un percorso che intendo supportare e monitorare passo dopo passo fino alla sua realizzazione. L'avvio del tavolo operativo tra i vari enti, che mi è stato confermato, va in questa direzione".

Torna su
PalermoToday è in caricamento