Cinquemila bambini "accolti" dai centri estivi, realizzati 164 progetti

Prorogati fino al 30 settembre, rientrano nel piano "Estate 2020" rivolto a minorenni tra 3 e 14 anni in condizioni di fragilità della famiglia di provenienza. L'assessore Mattina: "Dialogo avviato con il ministero per stabilire come utilizzare le somme non spese"

Si concluderanno il 30 settembre le attività ludico ricreative per i bambini che rientravano nel progetto "Estate 2020". Il progetto, finanziato con circa 900 mila euro, che sono parte dello stanziamento complessivo di circa 1,8 milioni di euro fatto dallo Stato al Comune per il Fondo per le politiche della famiglia (art. 105 DL 34 del 2020), era rivolto a bambini e adolescenti di età compresa tra 3 e 14 anni in condizioni di fragilità della famiglia di provenienza. L'iniziativa è stata promossa con l'intento di combattere la sedentarietà e l'isolamento determinate nei minori a seguito delle misure adottate dal Governo per il contenimento della diffusione del virus Covid 19.

Inizialmente i progetti avrebbero dovuto concludersi il 14 settembre, ma considerata la disponibilità finanziaria, il Comune ha autorizzato la prosecuzione fino alla fine del mese. Altri progetti erano stati avviati da enti privati all'inizio dell'estate, previa registrazione al portale comunale e sotto la vigilanza sanitaria dell'Asp

In totale sono stati quasi cinquemila i minori, bambini e ragazzi coinvolti in 164 progetti, di cui 45 hanno richiesto il finanziamento comunale, mentre gli altri sono stati del tutto gratuiti o hanno attinto ad altre risorse pubbliche e private. Nei centri finanziati dal Comune sono stati coinvolti poco più di 1.300 minori fra cui alcuni con disabilità.

"Siamo soddisfatti del risultato raggiunto - afferma l'assessore Giuseppe Mattina - anche se certamente il fatto che le somme nazionali siano arrivate in ritardo ha influito molto sulla possibilità di organizzare le attività estive. Adesso stiamo interloquendo con il ministero per stabilire come utilizzare le somme non spese. Speriamo di essere autorizzati a poterle impegnare in altre attività con bambini e bambine nei prossimi mesi".

"Tantissimi enti, scuole, associazioni - sottolinea il sindaco Leoluca Orlando - hanno svolto attività estive che sono state un vero e proprio toccasana per migliaia di bambini e bambine, ragazzi e ragazze che dopo mesi di lockdown e restrizioni riguardanti i contatti e la socialità certamente avevano bisogno, come hanno bisogno, di contatti sociali. Tutto si è svolto nella massima sicurezza a dimostrazione della grande professionalità e passione con cui gli operatori hanno lavorato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento