menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giulio Tantillo

Giulio Tantillo

"No" di Catania all'aggiornamento del piano traffico, Tantillo: "Intervento inopportuno"

Un botta e risposta tra il segretario generale e l'assessore comunale alla Mobilità fa scoppiare il caso sulle modifiche al Pgtu. Il capogruppo di Forza Italia: "Non c'è volontà politica, presenteremo una delibera d'iniziativa consiliare"

Botta e risposta tra l'assessore comunale alla Mobilità, Giusto Catania, e il segretario generale Fabrizio Dall'Acqua sull'aggiornamento del Piano generale del traffico urbano (Pgtu). Il segretario generale "bacchetta" l'assessore, reo di aver "disatteso quanto disposto dal Consiglio comunale, in seno all'approvazione della proposta deliberativa di adozione del piano". 

L'intervento del segretario generale ha fatto andare su tutte le furie l'assessore Catania. "Si rappresenta il proprio stupore in ordine a quanto asserito - scrive Catania a Dall'Acqua, pretendendo un chiarimento formale - visto che nessuna previsione è stata disattesa dagli uffici, come facilmente rilevabile anche da una rapida visione della parte dispositiva della deliberazione di Consiglio comunale dell’ottobre 2013”. Catania contesta che l'aggiornamento del Pgtu debba passare in Consiglio e, a tal proposito, cita una nota dello stesso Dall'Acqua del dicembre 2015. 

La querelle nasce da una nota del capogruppo di Forza Italia Giulio Tantillo che, di fronte al "muro" della Giunta, aveva preso carta e penna e scritto agli uffici del Comune. Adesso Tantillo, di fronte all'ulteriore "no" dell'assessore Catania, annuncia che presenterà una delibera d'iniziativa consiliare per aggiornare il Pgtu. "Troppe sono le cose che bisogna rimodulare e aggiornare: i confini della Ztl, il piano della pedonalizzazione, il piano del traffico, il piano per il sistema di controllo dei gas di scarico. Dalla nota che abbiamo ricevuto si evince che non vi è la volontà politica di portare in Aula l'aggiornamento del piano, lo faremo noi con una delibera consiliare. Attendiamo che la presidenza del Consiglio prenda posizione sulla vicenda”.

Così Tantillo, che punta il dito contro Catania: “Leggiamo con vivo stupore la comunicazione dell'assessore sull'aggiornamento del Pgtu. Crediamo che abbia superato i limiti e i confini del rapporto istituzionale tra il consiglio comunale (organo eletto) e un esponente della Giunta (organo non eletto)”. "Quanto dichiarato nella nota inviata dall'assessore al segretario generale - conclude Tantillo - appare inopportuno perché invade il corretto rapporto tra gli uffici e i gruppi consiliari. Prima di scrivere sarebbe stato opportuno informarsi sul dibattito d'Aula e sulla volontà dell'intero Consiglio comunale che ha chiesto agli uffici di portare in Aula l'aggiornamento del Pgtu".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento