Politica

Caso Letizia Battaglia, Sonia Spallitta (Prc): "Urge ripensare la politica sanitaria in Sicilia"

Il dirigente regionale di Rifondazione Comunista dopo la denuncia sul web della nota fotografa siciliana prende posizione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Un'odissea chiamata ospedale. L'ultima storia arriva dal 'Cervello' di Palermo, dove ieri mattina è stata ricoverata Letizia Battaglia, nota fotografa siciliana di 82 anni. A denunciare lo stato in cui versa l'ospedale è la figlia Shobha Angela Stagnitta, che ha narrato su Fb, minuto per minuto, il ricovero della madre, durato quasi 24 ore. La donna ha raccontato di essere rimasta in attesa per numerose ore in un corridoio, circondata da altri pazienti, e di aver scelto poi di trasferirsi in una clinica privata per avere delle cure più adeguate. Nel 2016 più di 62 mila siciliani - nel 2014 erano circa 60 mila - sono stati costretti ai "viaggi della speranza" verso le strutture ospedaliere del nord o verso strutture private. Per non parlare dei tempi di attesa per una mammografia o una visita al cuore (un anno circa). Sostanzialmente, quindi, chi ha i soldi si può curare, chi invece non li ha è costretto ad aspettare. Migliorare questa situazione è possibile, oltre che doveroso. La crescita della spesa sanitaria è calata ad un tasso medio dello 0,3% dal 2015, ma di effetti concreti sulla pelle dei pazienti non ne abbiamo registrati. Il problema, quindi, non sono solo i fondi a disposizione, ma come questi fondi vengono spesi. Il personale medico e sanitario è costretto a lavorare sotto organico e spesso con strumenti non adeguati. Non possiamo far ricadere su di loro tutte le colpe, vogliamo semmai che sia chiamato in causa chi dovrebbe dotare le aziende ospedaliere pubbliche degli strumenti per fare fronte alle richieste dei pazienti. Attendiamo con ansia che Musumeci finisca di litigare per la composizione della giunta di governo e che finalmente nomini il nuovo assessore alla salute. Urge ripensare da zero la politica sanitaria di questa regione, i siciliani non possono più attendere". Lo scrive in una nota l’avvocato Sonia Spallitta, dirigente regionale di Rifondazione Comunista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Letizia Battaglia, Sonia Spallitta (Prc): "Urge ripensare la politica sanitaria in Sicilia"

PalermoToday è in caricamento